Diana, la nonna su Alessia Pifferi: “Mia figlia per me non esiste più”

Arrivata da Crotone dopo l'orrore di Milano Maria ha subito un doppio trauma la nonna di Diana su Alessia Pifferi: “Mia figlia per me non esiste più”

La morte da sola in casa della piccola Diana ha schiantato sua nonna, la madre di Alessia Pifferi, che senza mezzi termini dice: “Mia figlia per me non esiste più”. Per la signora Maria solo silenzio, dolore ed esternazioni a scatti, in questa terribile vicenda che ha colpito anche la madre della donna che ha fatto morire di stenti sua figlia per andare a passare sei giorni con il suo compagno.

“Mia figlia per me non esiste più”

Maria è arrivata a Milano da Crotone dove vive con il suo nuovo compagno, è stata “presente” con discrezione alla fiaccolata organizzata a Ponte Lambro per la piccola vittima ed ha sistemato i fiori sul cancello della casa degli orrori, poi nulla. Le parole di Maria sono state affidate alla sua pagina Facebook, lì aveva scritto: “Mia figlia è un mostro”. Poi, al Giorno, la donna ha spiegato che era furiosa ma che “comunque non voglio più saperne di lei: per me non esiste più”.

“Vedevo Diana solo in videochiamata”

E dopo aver chiarito che lei sapeva benissimo che Alessia fosse incinta a dispetto di quanto dichiarato dalla figlia agli inquirenti, ha spiegato che le condizioni di Diana no, lei proprio non le aveva intuite: “Vedevo la mia nipotina in videochiamata e non notavo nulla di strano. Se avessi saputo quello che succedeva, sarei corsa a Milano. Non ne avevo idea. Io vivo lontano, a Crotone.

Non potevo immaginare una cosa simile“.

Scritto da Giampiero Casoni
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Vaccini contro influenza e Covid in farmaciaVaccini contro influenza e Covid in farmacia: tutti i dettagli

    Vaccini contro influenza e Covid in farmacia: le vaccinazioni saranno rivolte sia agli adulti che ai bambini. Come funzionerà?

  • Strage di ErbaStrage di Erba. Olindo si dichiara innocente, ma conferma aggressioni

    Rosa e Olindo sono innocenti o colpevoli? Questo è ciò sul quale ha fatto luce Quarto Grado. L’uomo ha confermato le aggressioni a Raffaella Castagna.

  • Incidente a LutagoIncidente a Lutago, coinvolti un pulmino e un’auto: 14 feriti

    Incidente a Lutago tra un pulmino e un’auto: il violento impatto tra i due mezzi ha causato il ferimento di 14 persone. Uno dei feriti è grave.

  • omicidio a civitanova marcheOmicidio a Civitanova Marche, uomo ucciso a colpi di stampella

    Omicidio a Civitanova Marche: un uomo di 39 anni, originario della Nigeria, è stato ucciso da un cittadino italiano a colpi di stampella.

Contents.media