Capelli, come proteggerli dal cloro della piscina: tutti i consigli utili

Il cloro tende a rovinare i capelli, soprattutto d’estate, per questo è importante proteggere la propria chioma.

Il cloro tende a rovinare i capelli, soprattutto d’estate, quando l’effetto va ad aggiungersi a quello del sole e del vento. Ci sono diversi modi per proteggere i propri capelli dal cloro della piscina. Scopriamo insieme quali.

Come proteggere i capelli dal cloro della piscina: accorgimenti utili

Sapere come proteggere i propri capelli in piscina è importante per evitare di trovarsi a fine estate con la chioma completamente rovinata, soprattutto chi ha capelli fragili e decolorati. In estate è più frequente l’esposizione solare e agli agenti esterni, come vento, salsedine e cloro, che possono portare dei danni ai capelli. L’effetto del cloro sulla chioma è immediato e porta capelli aridi e secchi, più esposti al sole, più crespi e privi di struttura. In più, il cloro tende a schiarire i capelli. Esistono diversi modi per proteggere la propria chioma durante le giornate in piscina. Si tratta di piccoli gesti e piccole attenzioni che possono cambiare completamente la situazione. Esistono dei prodotti che servono a proteggere i capelli dal sole, ma è difficile trovare un metodo specifico che possa proteggerli dall’azione distruttiva del cloro. Il cloro è una sostanza chimica importantissima in piscina perché protegge da batteri e microrganismi presenti in acqua, ma priva la pelle e i capelli dei loro oli naturali. Per questo bisogna sempre proteggere i capelli quando si trascorre una giornata in piscina, in modo particolare durante l’estate, dove ai danni del cloro si sommano i danni del sole e del vento.

Come proteggere i capelli dal cloro della piscina: dalla cuffia ai prodotti

Quando si va in piscina è importante usare la cuffia, anche come protezione dei capelli, anche se non può proteggerli al 100%. La cuffia in lattice o silicone è un primo schermo contro il cloro, per proteggere i propri capelli. Una barriera che consente di minimizzare il contatto tra la chioma e l’acqua della piscina, riducendo l’impatto negativo del cloro sui capelli. Ovviamente, un po’ di acqua riesce lo stesso a penetrare, quindi non deve essere l’unico strumento utilizzato per proteggersi dagli effetti dannosi del cloro. Per riuscire realmente a proteggere i capelli dal cloro, che li secca e li priva dei loro oli naturali, si possono utilizzare anche dei prodotti. Per contrastare la secchezza delle giornate estive in piscina, si possono usare oli nutrienti, da applicare su capelli inumiditi prima di ogni bagno in piscina. Questo aiuta a proteggere i capelli dal cloro e li lascia più idratati, migliorando il loro aspetto anche durante l’esposizione solare. È sempre meglio, infatti, scegliere un olio che sia stato realizzato anche per proteggere i capelli dai raggi Uv. Se preferite i prodotti naturali è consigliato l’olio di cocco, da passare su tutte le lunghezze, evitando le radici. Se, invece, preferite i prodotti in crema, potete trovare dei balsami da usare anche come doposole per i capelli e come nutrienti durante l’estate. Anche dopo il bagno in piscina è importante non abbassare la guardia. Dopo aver bagnato i capelli con il cloro è importante risciacquare con cura con acqua dolce, per eliminare i residui. L’ideale sarebbe sciacquarli con acqua tiepida e poi tamponare con asciugamano, per poi applicare l’olio o la crema.

Scritto da Chiara Nava

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com