Notizie.it logo

Viagra femminile naturale: come aumentare il piacere

viagra femminile

il Viagra femminile esiste e serve a curare una patologia molto seria che rovina la vita di milioni di donne in tutto il mondo.

Il Viagra femminile non è famoso come quello maschile e viene somministrato in modo meno pratico e veloce rispetto alla comodissima pillola blu. La sua composizione permette di attivare la libido “dormiente” delle donne che non provano eccitamento sessuale e consente loro di avere di nuovo una vita sessuale attiva. Come funziona, come e quando si assume questo farmaco “miracoloso”?

Viagra Femminile: come funziona?

Innanzitutto è bene sottolineare che il cosiddetto Viagra femminile, commercializzato sotto il nome di Vyleesi, è a base di bremelanotide e può essere allegramente assunto anche insieme a un buon bicchiere di alcolici, contrariamente al suo predecessore: il flibanserin, che non poteva assolutamente essere mescolato all’alcool.

Questo farmaco sarebbe in grado di aumentare il desiderio sessuale nel periodo ti tempo appena successivo alla sua assunzione.

Per questo motivo viene raccomandato di assumere il Vyleesi 45 minuti prima del rapporto, dal momento che proprio tra i 30 e i 60 minuti dal momento della sua assunzione raggiunge il picco massimo della sua efficacia. I benefici psicologici derivati dall’uso di questo medicinale scompaiono nel giro di due o tre ore.

Come si usa il viagra femminile?

Differentemente dal Viagra, che si assume per via orale come una qualsiasi pillola, il Vyleesi deve essere iniettato con un’apposita, piccola siringa simile in tutto a quella che viene usata per l’iniezione di insulina nei soggetti che soffrono di diabete.

Può essere usato al massimo per otto volte al mese (cioè una volta ogni due o tre giorni nell’arco di trenta) e la sua assunzione dovrebbe essere interrotta se non si presentano miglioramenti apprezzabili nella libido della paziente oppure se non si riducono progressivamente gli effetti collaterali legati al suo utilizzo.


Effetti indesiderati del Vyleesi

Il principale effetto indesiderato di questo farmaco è la nausea, che colpisce il 40% delle donne che lo utilizzano.

Il suo utilizzo prolungato potrebbe portare alla comparsa di macchie più chiare sull’epidermide, in particolare sul seno, sul viso e sulle gengive.

Il secondo sintomo più frequente consiste nelle vampate di calore che sono sperimentate dal 20% delle donne che hanno utilizzato il farmaco.

E’ sconsigliato invece alle pazienti che soffrono di ipertensione e malattie cardiovascolari dal momento che, esattamente come il Viagra classico, aumenta la pressione arteriosa.

Chi dovrebbe usare il Vyleesi?

Il Vyleesi è formulato per migliorare la vita sessuale delle donne non ancora in menopausa ma che presentano un ridottissimo desiderio sessuale. Naturalmente questa condizione, per essere curata, non deve essere legata a patologie fisiche o psicologiche.

Le donne psicologo americane che si sono interessate dell’utilizzo del farmaco raccomandano di non considerare questo genere di farmaco come una panacea per tutti i mali legati alla sessualità.

Molto spesso infatti il disinteresse per il sesso nasce da un cattivo rapporto con la sfera sessuale oppure con l’insoddisfazione che le donne provano anche quando si dedicano all’attività sessuale con il proprio partner.

Prima di ricorrere ai farmaci miracolosi, quindi, sarebbe bene chiedersi per quale motivo un numero sempre maggiore di donne, negli States, ha cominciato a disinteressarsi sempre più spesso alla sessualità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Olga Luce
Olga Luce, nata a Napoli nel 1982, è diplomata al liceo classico. Scrive di cronaca, costume e spettacolo dal 2014. Il suo motto è: il gossip è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo (quindi tanto vale farlo bene)! Ha collaborato con Donnaglamour, Notizie.it e DiLei. Oggi scrive per Donnemagazine.it
Leggi anche
Leggi anche