Come pulire i vetri senza lasciare aloni: i consigli

Troppe macchie sulle vostre finestre? Niente paura: qui di seguito i consigli su come pulire i vetri senza lasciare aloni.

Pulire casa non è così semplice come sembra: ci sono un sacco di cose da fare, dal passare l’aspirapolvere al lavare i pavimenti, dal pulire i bagni al fare la polvere sui mobili. Per non parlare dei lavori più noiosi come pulire le porte, i balconi, le finestre, ecc.

Soprattutto pulire i vetri è tra i lavori più fastidiosi perché non vengono mai puliti come vorremmo o sono sempre pieni di macchie e aloni. Ma come pulire i vetri senza lasciare aloni? Ecco qui di seguito la soluzione ai nostri problemi e i consigli utili su come farlo al meglio.

Come pulire i vetri senza lasciare aloni

I vetri sono un po’ come gli specchi: ci dobbiamo specchiare dentro. Ma se non sono ben puliti, non ci possiamo vedere riflessa la nostra immagine.

Advertisements

Per di più, salvo casi eccezionali, pulire i vetri non è tra i lavori domestici più frequenti e quotidiani che facciamo. Quindi, quella volta che ci mettiamo di buon grado e li puliamo, dobbiamo farlo per bene e con la massima cura. Infatti, le macchie e gli aloni sono molto perfidi, si aggirano dietro l’angolo ed è veramente facile trovarne sempre di nuovi. Ma come pulirli alla perfezione? Vediamo qui di seguito i consigli e i passaggi da seguire alla lettera:

Spolverare

Il primo step, prima di partire, è spolverare i vetri e gli infissi per rimuovere lo strato di polvere che si è accumulato nei giorni. L’ideale è usare un panno leggermente umido ma, per evitare “danni”, potete optare anche per uno straccio asciutto in cotone o in microfibra. Un altro consiglio riguarda quando pulire i vetri: meglio farlo durante una giornata nuvolosa o nelle ore in cui il sole non batte sulle finestre.

Questo perché il calore asciuga i vetri prima del tempo creando degli aloni. Inutile dire infine che è sconsigliato pulire i vetri durante i giorni di pioggia!

come pulire i vetri senza lasciare aloni

Scegliere i prodotti giusti

Una volta capito quando e come iniziare, si può dare il via alla pulizia vera e propria, armandoci ovviamente dei prodotti giusti. Quello che ci occorre è:

  • spugna in microfibra
  • panno in cotone
  • tergivetro (facoltativo)
  • spray vetri.

Per quanto riguarda l’ultimo ingrediente, la scelta su quale comprare è soggettiva. Meglio optare per prodotti più naturali e meno invasivi che potrebbero danneggiare alla lunga il vetro. Con questo non significa che le migliori marche in commercio non siano affidabili. Oppure potete scegliere di creare una soluzione fai da te fatta in casa, più economica e più efficace. Ecco le migliori da provare:

Acqua e aceto/sapone

Bisogna mescolare insieme 250 ml di acqua distillata con 250 ml di aceto di vino bianco. In alternativa all’aceto, usare del sapone liquido di Marsiglia, indicato per eliminare macchie, sporco e aloni.

Acido citrico

Mescolare 150 grammi di acido citrico con un litro d’acqua tiepida e trasferire il tutto in uno spruzzino. Soluzione ideale anche per pulire il box doccia.

come pulire i vetri senza lasciare aloni

Bagnare i vetri

Scelti i prodotti giusti, possiamo passare finalmente a pulire i vetri. Il primo passaggio è spruzzare il detersivo sul vetro, subito dopo usare il panno in microfibra, bagnato e strizzato per bene precedentemente. Passare il panno su tutta la superficie facendo movimenti dall’alto verso il basso. Ripetere l’operazione almeno per due volte.

Asciugare i vetri

Una volta bagnati i singoli vetri, si passa all’asciugatura. Bisogna prendere il panno in cotone e passarlo accuratamente lungo tutta la superficie, cercando di non lasciare alcun tipo di alone. La prova più efficace per vedere se tutto è perfetto? Mettersi in controluce e vedere se il vetro presenta macchie o aloni e ripassare il panno in cotone.

come pulire i vetri senza lasciare aloni

Gli errori da evitare

Per ottenere un risultato più che soddisfacente, è bene non commettere gli errori più comuni, come usare dello scottex per pulire e asciugare i vetri, passare il panno in microfibra troppo bagnato. Si rischia così di creare aloni più del dovuto! Attenzione poi ai prodotti che si usano e agli stracci che si adoperano per pulire perché basta un niente che il vetro si potrebbe danneggiare e rovinare.

Scritto da Marta Vitulano
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Paing Takhon: carriera e curiosità del modello

Erasmus ai tempi del Covid: cos’è cambiato e cosa accadrà

Leggi anche
  • profuma ambientiProfuma ambienti: i modelli in trend per la casa

    Il profuma ambienti è l’ideale per dare un tocco di freschezza e fragranza a ogni stanza della casa e i modelli sono vari.

  • candele natalizieCandele natalizie: le migliori essenze per le feste

    Lunghe, dalle forme sgargianti, colorante, sono le candele natalizie disponibili in tantissime tipologie ed essenze che ravvivano l’atmosfera del Natale.

  • scopa ciclonicaScopa ciclonica: come sanificare al meglio la casa

    Per eliminare germi, batteri, ma anche sporcizia e polvere, la scopa ciclonica è sicuramente il dispositivo migliore per la vostra casa e la pulizia.

  • 
    Loading...
  • black friday 2020Black Friday 2020: le migliori offerte casa e cucina

    Dal tritacarne all’impastatrice, sono tantissimi gli articoli del settore casa e cucina del Black Friday 2020 di cui approfittare.

Contents.media