Come organizzare una festa di compleanno in sicurezza

Questo è un periodo particolare per festeggiare il compleanno, ma non bisogna scoraggiarsi: ecco come organizzare una festa di compleanno in sicurezza.

Volete organizzare una festa di compleanno?

Questo è un periodo particolare per organizzare feste di compleanno, ma non bisogna scoraggiarsi perché, rispettando delle piccole regole di buon senso, si potranno rivedere gli amici per festeggiare e divertirsi insieme.

È però necessario che si eviti di generare troppe occasioni nelle quali sia previsto un assembramento, quindi fare sempre molta attenzione all’organizzazione nei minimi dettagli.

Come scegliere il luogo adatto

Il consiglio principale è quello di scegliere una location abbastanza grande da ospitare tutti e che consente di mantenere le distanze interpersonali di sicurezza. È inoltre preferibile che il luogo della festa sia all’aperto o comunque un luogo arieggiato. Nel caso in cui la scelta ricada in un locale diverso dal proprio domicilio, è bene informarsi sulla disposizione della sala e il comportamento dei camerieri. Se essi non dovessero rispettare tutte le norme, non bisogna pensare alla bellezza del locale, ma è opportuno sceglierne uno anche meno carino, ma che consenta di svolgere una festa in sicurezza.

Controllare se il locale è stato correttamente igienizzato e con quale frequenza. Controllare se ci sono gel, saponi, alcol o qualsiasi cosa per disinfettarsi le mani e che possa quindi proteggere tutte le persone dalla contrazione del virus e infine controllare se i dispositivi per il rilevamento della temperatura funzionino.

Quali sono le norme comportamentali a cui attenersi

L’uso della mascherina è , anche se le circostanze non lo rendono obbligatorio, fondamentale tanto quanto rispettare le distanze e non creare assembramenti, poiché, come sappiamo, se viene a mancare uno di questi tre comportamenti, il rischio di contrarre il virus è maggiore.

È chiaramente vietato qualsiasi tipo di contatto da ballo, strette di mano, abbracci o quant’altro. ciò non vieta però di pranzare/cenare insieme con un piacevole sottofondo musicale. La distanza di sicurezza dovrà essere rispettata anche quando ci si siederà a tavola, se non ci sono strutture in plexiglass a proteggerci.

Per quanto riguarda la durata della festa, può durare anche a lungo se si rispettano le regole prima citate, anche se è indicato non farla durare troppo, essendo più probabile che ci si distragga o che nella stanchezza ci dimentichiamo alcune delle norme comportamentali.

Evitare giochi che prevedano il contatto diretto tra invitati. Qualsiasi forma di svago, che consentirà di portare più allegria alla festa dovrà essere svolto sempre cercando di limitare i contatti.

Invitati e trasporti

È consigliato scegliere per bene gli invitati, poiché il numero è decisamente importante. Accertarsi che queste persone non presentino sintomi o che non abbiano la temperatura corporea al di sopra dei 37.5°. Nel caso in cui una persona fosse asintomatica, quante più persone sono presenti, più sarà facilitato alla pandemia di raggiungere maggiori valori della curva dei contagi. Quindi la festa è meglio farla con pochi intimi.

Dal punto di vista del trasporto, è preferibile non fornire nessun tipo di servizio navetta, ma se necessario assicurarsi comunque che sia igienizzata, sanificata e che consenta di mantenere le distanze interpersonali.

Non bisogna dimenticarsi che nonostante le misure adottate, la pandemia è ancora in atto e i virologi sostengono che c’è ancora il rischio che il virus raggiunga un altro picco.

Qual è il tipo ideale di festa?

Dunque, date le circostanze e tutti i comportamenti a cui ci si deve attenere per evitare di incrementare contagi, date le restrizioni in merito a luoghi e al numero degli invitati, l’ideale sarebbe quello di organizzare una festa in un luogo chiuso, fornito di sanificatore dell’aria, o ancora meglio in giardino. Selezionare tra i propri amici e le proprie amiche, i più intimi; mettere un piacevole sottofondo musicale, in base ai gusti degli invitati e al tema che si vuole proporre; organizzare un menu dalle portate non troppo pesanti e che non sia a buffet, sempre per non creare assembramenti. Infine, non è facile accettarlo, ma è il caso di non organizzare foto di gruppo o cose simili.

Chiaramente bisogna cercare di pensare a ciò che si può fare e non a ciò che non si può, perché il momento è delicatissimo e non bisogna creare occasioni che possano favorire la nascita di nuovi focolai e di conseguenza un’eventuale nuova quarantena. Questo infatti è il consiglio fondamentale per far sì che la festa vada alla grande: godetevi i momenti che tanto stavate aspettando, e non pensate a cosa avreste potuto fare se non ci fosse stato il coronavirus!

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Unghie sfaldate e rovinate: come rimediare

Chi è Kenneth Petty: curiosità sul marito di Nicki Minaj

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.