Come fare un trasloco senza stress e in tutta serenità

Quando si decide di cambiare casa c’è una cosa che le persone odiano fare ed è il trasloco.

Quando si decide di cambiare casa c’è una cosa che le persone odiano fare ed è il trasloco. Molti la vivono come un forte stress, organizzarlo sembra quasi un’impresa. C’è chi si affida a professionisti e consulta i prezzi di una ditta di traslochi e chi invece preferisce fare da solo. Certamente affidarsi ad aziende e consultare il preventivo trasloco può essere la scelta migliore, in quanto risolve moltissimi problemi.

Se invece preferite fare tutto da soli, sappiate che alla fine traslocare non è così poi un’azione stressante, basta avere accortezza su alcune cose e il gioco è fatto. Certamente prendere tutte le cose e spostarle da un’altra parte è un momento critico fatto di disordine. Le giornate si allungano e non si fa altro che inscatolare e imballare mobili e qualsiasi tipo di arredo.

Ecco dei semplici suggerimenti per vivere il trasloco in maniera serena.

Le regole per un trasloco privo di stress

Sembrerà abbastanza strano e scontato, ma per rendere il trasloco meno stressante è opportuno avere un’ottima organizzazione in ogni fase. Molti suggeriscono di stilare un calendario con le attività da fare, in modo da non ritrovarsi all’ultimo secondo a dover sistemare tutto, evitando così maggior fatica mentale.

Come organizzare un trasloco

Iniziare stilando un calendario delle cose da fare è fondamentale! Non si tratta di inserire ogni giorno cosa imballare e cosa buttare, ma soprattutto gestire la burocrazia nel cambiare i contratti degli erogatori di luce e gas, i cambi di residenza e così via. Per questo prima di iniziare a impacchettare tutto, informatevi sulle tempistiche legislative, in modo da non trovarvi impreparati e con una bella gatta da pelare. Segnate tutto sopra ad un’agenda o calendario in modo da avere sempre un riferimento.

Una volta fatto ciò parte il momento tanto atteso: inscatolare e buttare le cose che ormai non servono più. Fare un po’ di pulizia tra le cose da portare nella nuova abitazione può essere estremamente utile per rendere il tutto meno pesante da trasportare. Più cresciamo e più accumuliamo oggetti che in fin dei conti non ci servono, ecco perché gettarli può essere una soluzione comoda.

L’imballaggio

Rispetto al buttare oggetti che ormai non ci servono, imballare tutti gli effetti personali risulta sicuramente una grande scocciatura. Probabilmente è la fase più lunga di un trasloco. C’è da scegliere tra scatoli piccoli o grandi, ricoprire gli oggetti con carta da imballaggio, mettere la carta di giornale nello scatolo per attutire meglio i colpi. Insomma un lavoraccio. Con la giusta organizzazione, però, non dovrete fare tutto all’ultimo. Il consiglio è quello di fare ogni giorno un area della casa, in modo da suddividere il lavoro e non stancarvi troppo.

Trasporti pesanti

Parte ancora più faticosa è quella di traslocare grandi mobili o oggetti molto ingombranti. Il consiglio di molti esperti è quello di rivestire con più strati questo tipo di oggetto in modo da evitare di danneggiarlo durante il trasporto da una casa all’altra. In questo caso è opportuno evitare di portarli da soli, meglio affidarsi a un traslocatore che mette a disposizione il mezzo giusto e garantisce la salvaguardia del vostro mobilio.

Lascia un commento

Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com