Notizie.it logo

GF Vip, Clizia Incorvaia squalificata: la reazione del web

clizia incorvaia

Clizia Incorvaia è stata squalificata dal Grande Fratello Vip per aver paragonato Andrea Denver al pentito di mafia Buscetta.

Nell’ultima puntata del Grande Fratello Vip, Clizia Incorvaia è stata squalificata per le frasi dette nei confronti di Andrea Denver. Nello specifico, la influencer ha paragonato il modello al pentito di mafia Buscetta e, com’era prevedibile, le sue parole hanno scatenato un grande caos. Proprio per questo motivo, la produzione ha preso un provvedimento disciplinare nei suoi confronti.

GF Vip: Clizia Incorvaia squalificata

Come successo qualche settimana fa a Salvo Veneziano, anche Clizia Incorvaia è stata squalificata dal Grande Fratello Vip. Mentre il pizzaiolo siracusano è stato fatto fuori per frasi sessiste, la influencer è stata accompagnata gentilmente alla porta per il paragone a stampo mafioso fatto nei confronti di Andrea Denver. Nello specifico, la Incorvaia, litigando con il modello, aveva esclamato: “Aveva ragione Elisa quando diceva che tu volevi diventare amico di Rita Rusic perché contava.

Questa è la selezione che fai, Clizia non ti serve di certo. Hai detto bugie su bugie e io ti ho difeso. Tu sei uno stratega, sei di una furbizia più unica che rara. Tu non ammazzi un fratello pugnalandolo alle spalle e poi dici di essere pentito. Della nomination non me sbatte, io sono rimasta male al cuore perché tu sei un maledetto Buscetta. Tu sei pentito, un Buscetta e io non parlo con i Buscetta. Io non parlo con i pentiti”. Poco prima della messa in onda, la produzione del GF Vip ha annunciato un provvedimento disciplinare nei confronti di un concorrente e tutti hanno subito ipotizzato che si trattasse della Incorvaia. Appena aperta la diretta, Alfonso ha comunicato la cosa ai “Vipponi” e nessuno è apparso particolarmente sorpreso.

Signorini ha dichiarato: “Le tue espressioni sono state molto pesanti e noi non possiamo accettarle. (…) Abbiamo cercato in tutti i modi di analizzare quelle tue parole ma te lo dico con tutto il cuore: sono parole indifendibili e non giustificabili in alcun modo. Non è una crocifissione”.

Le scuse di Clizia

Clizia, visibilmente scossa, ha subito chiesto scusa e ha proposto la sua eliminazione. In lacrime, ha ammesso: “Io so tutta la storia (di Buscetta, ndr), anche noi abbiamo combattuto la mafia. Io ho detto questa stupidata per dire che era un vile. L’ho detto da cretinetta, da ragazzina stupida ma io so bene cosa significa. Non so perché l’ho detto. (…) Io ho sbagliato, ma non so perché l’ho fatto visto che l’ho vissuta sulla mia pelle”.

Signorini, prima di accompagnarla gentilmente alla porta, ha dichiarato: “Nessuno vuole crocifiggerti, hai detto delle cose di cui tu stessa ti penti e questo è quello che conta”.

La reazione del web

L’eliminazione di Clizia ha, ovviamente, provocato la reazione del web. Dopo le sue frasi, infatti, sono stati proprio i fan del GF Vip a chiedere a gran voce la sua cacciata. Su Twitter si legge: “Trovo insopportabile che adesso Clizia stia passando da vittima lì in mezzo” oppure “Anche nella mia scuola lo dicevano, e io ripetevo senza sapere neanche che Buscetta fosse il nome di qualcuno. Alle medie. A 12 anni. Mai detto né passato per la testa da quando ho imparato cosa significasse. Mai, neanche nella follia” o ancora “No non lo abbiamo capito, o meglio, io mi rifiuto anche solo di giustificare lontanamente questo gesto perché se fai la donna di alta cultura che parla a suon di aforismi poi non mi cadi su una cosa così grave”.

Il web, davanti alla squalifica di Clizia, ha gioito.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Grande Fratello (@grandefratellotv) in data: 24 Feb 2020 alle ore 1:41 PST

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
Leggi anche