Hip Hop italiano: intervista a Luche

Luche si racconta: sta infatti per uscire un nuovo singolo (“La Risposta”) tratto dal suo disco solista.

Dopo aver terminato la sua collaborazione con i Co’Sang, il rapper/producer Luche ha inaugurato da qualche tempo la sua carriera solista, iniziata con il disco “L1”.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con lui.

Il passaggio da Co’Sang a solista: come mai?

E’ stata presa questa decisione dall’altra parte dei CoSang, e io da solo non ho potuto fare molto, quindi mi sono rimboccato le maniche e ho messo su un disco solista.

E i fan come l’hanno presa?

Si all’inizio male ovviamente perché avevamo una fan base molto affezionata che non si meritava questo, poi col tempo credo le persone si abituino e abbiano capito che il motivo della separazione non sono stato io come invece hanno creduto in molti per via che ho subito rilasciato un disco in italiano etc..

Sei stato protagonista di un ulteriore passaggio: cantare in italiano dopo aver cantato in napoletano. Com’è andata?

E’ andata più che bene, ovviamente tutti erano scettici per questa scelta, però credo che tutto sommato abbia dimostrato di poter fare bene e comunque ci sono ancora margini di miglioramento volta per volta. Non ho deciso di abbandonare il dialetto definitivamente però ho davvero bisogno di farmi sentire in tutt’Italia.

Con quale delle due lingue ti trovi più a tuo agio nel processo compositivo?

Tempo fa avrei risposto in dialetto sicuramente, però adesso dopo più di un anno di pratica con l’italiano posso dire di sentirmi a mio agio con entrambe.

Pensi che continuerai con la carriera solista?

Sicuramente sì, dopo l’esperienza Co’Sang non farei mai più un gruppo. Da solista sono il solo responsabile delle mie decisioni e se qualcosa va male posso solo prendermela con me stesso. I risultati quando cambi così radicalmente si vedono a lungo termine, il disco è uscito da pochi mesi quindi è tutto ancora da costruire, ma posso dire che finora sta andando benissimo, la fan base cresce giorno per giorno.

Quale pensi che sia il ruolo del rap italiano in questo momento, anche in vista del futuro? Mi spiego: adesso la ‘scena’ ha tutti i riflettori puntati contro. Come dovrebbe comportarsi?

Ma quand’è che la scena hip hop italiana NON ha avuto i riflettori contro? Non si è mai parlato bene dell’hip hop italiano, le radio non ci hanno mai passati e i giornalisti hanno sempre recensito male i dischi nostrani, perché magari venivano da altri generi e non capiscono in pieno la cultura. Io credo che l’hip hop italiano stia invece attraversando un momento bellissimo dove tantissimi ragazzi si sono avvicinati e si sono innamorati della nostra cultura e non dobbiamo lasciare che i media distruggano tutto questo perché è un fenomeno che loro non riescono a controllare perché non gli appartiene. Io credo che gli artisti hip hop italiani adesso abbiano il dovere di lavorare il triplo, di far uscire quanta più buona musica possibile e cercare di tenere nelle proprie mani l’industria hip hop italiana senza permettere che venga messa nelle mani sbagliate.

A breve uscirà il nuovo video del tuo singolo, ce ne vuoi parlare?

Il nuovo singolo sarà “La Risposta”, e il video è stato girato ancora da Mauro Russo per Calibro 9. Ho scelto “La Risposta” perché è un pezzo che mi piace particolarmente per il testo: è dedicato a un mio vecchio amore molto travagliato che ho vissuto con una ragazza che mi è rimasta dentro. Ci tenevo a far uscire anche questo lato di me un po’ più romantico, che prima non traspariva mai.

LINK UTILI

Mondo Marcio nuovo cd: intervista sul disco “Cose dell’Altro Mondo”.

Hip Hop Tv Birthday Party: giovedì 13 ottobre appuntamento all’Alcatraz di Milano.

Terremoto Emilia: Emis Killa, Club Dogo, J-Ax e Marracash uniti nel brano “Se il mondo fosse”.

Club Dogo nuovo album: l’intervista a Guè Pequeno, Don Joe e Jake La Furia su “Noi siamo il Club”.

Marracash e gli altri: il boom del rap italiano, che per il 2012 promette faville.

Fabri Fibra ci racconta “Controcultura”: intervista a un rapper ‘scomodo’.

“Che Bello Essere Noi”, nonostante le accuse e le polemiche: la nostra intervista ai Club Dogo.

Guè Pequeno presenta “Il Ragazzo D’Oro”, intervista su hip hop e vita ‘underground’.

Don Joe (Club Dogo) & Shablo presentano il disco “Thori & Rocce”: l’intervista video.

Entics Soundboy: esce il suo primo disco, video della presentazione ufficiale.

Marracash King del Rap: la video intervista sul nuovo disco.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • NetflixNetflix blocca la condivisione di password e account

    L’aveva anticipato e sta avvenendo: Netflix sta attuando il blocco di condivisione di password e account, scatenando una serie di reazioni negative

  • MandrakeChi è Mandrake? Tutto sull’influencer brindisino

    Mandrake, nome d’arte di Giuseppe Ninno, è brindisino doc che ha conquistato il grande pubblico dei social grazie alla verità raccontata in chiave comica

  • Simone DominiciChi è Simone Dominici? Tutto sull’amministratore delegato di KIKO

    Il nuovo amministratore delegato di KIKO MILANO è Simone Dominici: uomo dalla carriera professionale ricca e importante, Dominici dimostra il suo talento

  • Ebrei giornata della memoriaEbrei e Olocausto: come venivano vestiti i prigionieri

    La terribile parentesi storica dell’Olocausto ha segnato il mondo intero. Tra simboli, divise e tatuaggi sulla pelle, i prigionieri erano “catalogati”.

Contentsads.com