Sanremo, l’abito di Arisa acquistato ai Navigli

È stata proprio Arisa a fare “coming out” sul proprio profilo Instagram e a svelare l’origine del suo vestito vintage

Sanremo, l’abito di Arisa arriva da una bancarella vintage dei Navigli di Milano: a confermarlo è la stessa cantante che, l’altra sera ha duettato al Festival di Sanremo con Giovanni Caccamo, ha raccontato un curioso aneddoto sull’abito indossato all’Ariston. Arisa, infatti, ha svelato di averlo acquistato in una piccola bancarella sui Navigli di Milano il suo abito stile vintage indossato sul palco dell’Ariston: prima di lei nessuna aveva osato tanto.

Un piccolo record che rende Arisa ancora più vicina al pubblico, conquistando anche i più scettici con la sua schiettezza, sincerità e semplicità. Sulla bellezza dell’abito, invece, alcuni sono rimasti perplessi, mentre per altri il vestito di Arisa ha segnato la sua performance all’Ariston e verrà ricordato più della sua esibizione canora e anche della sua nuova pettinatura.

Sanremo, l’abito di Arisa

Sanremo, il minidress di Arisa ha conquistato buona parte del pubblico del Festival della Canzone Italiana.

Nella serata di venerdì, durante il duetto con Giovanni Caccamo, Arisa è apparsa sul palco dell’Ariston molto diversa dal solito: capelli lunghi, apparecchio per i denti ed un vestitino in stile vintage che non è passato inosservato. La cantautrice, già vincitrice di Sanremo, ha poi confessato di aver comprato il vestito indossato sul palco dell’Ariston in un mercatino ai Navigli di Milano. Prima di lei nessuno aveva osato presentarsi sul palco di Sanremo con un abito comprato in una bancarella.

È stata proprio Arisa, postando una foto su Instagram, a confermare l’acquisto ai Navigli: “Un grazie alla signora Marina o Marinella del banco del mercatino vintage sui navigli per avermi venduto il vestito di scena a pochissimo, con la promessa che l’avrei messo a Sanremo”.

Cosa ha colpito dell’esibizione di Arisa sul palco dell’Ariston? Non sono stati i capelli fluenti, o per meglio dire la parrucca, e nemmeno l’apparecchio per i denti, peraltro già osato negli anni passati da Malika Ayane. Senza mettere in discussione la sua prestazione vocale, senza dubbio inconfondibile, raffinata e al tempo stesso potente. A far parlare è stato, invece, il vestitino indossato da Arisa che, nel suo account Instagram, è stato svelato fosse stato acquistato ai mercatini sui Navigli di Milano, ad un prezzo, peraltro molto economico.

La confessione di Arisa

È stata proprio Arisa a fare “coming out” sul proprio profilo Instagram e a svelare l’origine del suo vestito vintage. Si trattava di una abito asimmetrico e ricco di pailettes che ha suscitato la curiosità di molti: a svelarne qualche particolare è stata proprio la cantante lucana. “Un saluto lo devo – ha scritto su Instagram – fare anche alla signora Marina o Marinella del mercatino vintage sui Navigli”. Che sulle bancarelle dei Navigli di facessero affari miracolosi lo sanno tutti, ma che un abito vintage venisse usato sul palco dell’Ariston nessuno se lo aspettava. Un po’ di scompiglio, dunque, per le dichiarazioni di Arisa ma come più volte è accaduto su questo Festival 2018 è a regnare sovrana è stata la canzone.

Scritto da Chiara Corradi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Valeria GraciValeria Graci: chi è, vita privata, lavoro e amore

    Valeria Graci è una comica che ha esordito insieme a Katia Follesa a Zelig, un divertentissimo duo che dopo molti anni ha deciso di dirsi addio. 


  • Gianluca GazzoliGianluca Gazzoli, chi è: vita privata e carriera

    Gianluca Gazzoli è un giovane conduttore radiofonico, che lavora per Radio Deejay.

  • Reazione a catenaI Monelli di Reazione a Catena: chi sono e da dove vengono

    I Monelli di Reazione a Catena vincono quattro volte e arrivano a una somma elevatissima: scopriamo chi sono e da dove provengono

  • Vacanze ai CaraibiVacanze ai Caraibi: trama e cast

    Vacanze ai Caraibi è una pellicola italiana diretta da Neri Parenti, con Christian De Sica e Massimo Ghini.

Contents.media