Lavare i capelli senza shampoo: i metodi alternativi

L'ultima tendenza in fatto di capelli è eliminare l'uso dello shampoo, come sostiene il movimento no-poo. Perché farlo e come?

Forse avrai già sentito nominare il movimento no-poo, ovvero la tendenza a lavare i capelli senza shampoo. Molti vip si sono già convertiti e per lavarsi i capelli utilizzano solo sostanze naturali. Eliminare lo shampoo però non è solo una moda, può davvero aiutare e migliorare i tuoi capelli. Come fare quindi?

Lavare i capelli senza shampoo

Eliminare l’uso dello shampoo per il lavaggio dei capelli significa in molti casi migliorare la loro salute. Non sarà facile almeno all’inizio convertirsi a nuovi metodi più naturali: alla chioma, infatti, potrebbe servire un po’ di tempo per abituarsi e i risultati non saranno subito evidenti. A parte questo però, rinunciare allo shampoo vuol dire donare ai capelli un trattamento più leggero e meno aggressivo, che aiuterà a riequilibrare il sebo del cuoio capelluto senza aggredirlo o irritarlo.

Avrai notato magari che le sostanze chimiche presenti in alcuni shampoo ti hanno provocato un’eccessiva produzione di sebo, e ciò ti avrà portato a lavarti i capelli più spesso. Beh, lavare i capelli senza shampoo significa stressare meno i follicoli: la tua chioma in questo modo sarà più lucida, leggera e non appesantita alle radici.

Come fare quindi? Alternare, almeno per i primi tempi, il normale shampoo ad altri trattamenti completamente naturali.

Un esempio può essere una miscela realizzata con bicarbonato di sodio, acqua e qualche goccia di olio di Argan. Dopo aver massaggiato accuratamente il composto sulla cute, risciacqua con cura e come ultimo risciacquo usa dell’acqua fredda con un cucchiaio di aceto di mele. Questo metodo si chiama risciacquo acido, aiuterà a richiudere le squame del capello e la chioma sarà molto più lucente e morbida. Non ti preoccupare dell’odore dell’aceto, una volta asciutti i capelli non si sentirà più nulla.

L’alternativa proposta dal movimento no-poo è mescolare acqua, bicarbonato e aceto, da utilizzare al posto dello shampoo o come balsamo. Un altro metodo per lavare i capelli senza shampoo è fare il cowash: una miscela di balsamo e zucchero da massaggiare sulla cute al posto del comune detergente chimico. Se quest’ultima soluzione risulta un po’ aggressiva sulla cute, si può aggiungere al composto del gel d’aloe vera e un cucchiaino di miele, come prevedere il gelwash. Dai tempo ai tuoi capelli di abituarsi a questi metodi alternativi e vedrai la differenza!

Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Traduttore portatile: come funziona e i modelli

Assassinio sul Nilo: cast e trama del film di Kenneth Branagh

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.