5 consigli per preparare la pelle all’estate

L'estate torna con tutta la sua vivace allegria. Porta con sé vacanze, aperitivi e tuffi al mare. Eppure la pelle potrebbe non essere felicissima, perché è questo il periodo più stressante per lei. Come prepararla al meglio?

L’estate torna con tutta la sua vivace allegria. Porta con sé vacanze, aperitivi e tuffi al mare. Eppure la pelle potrebbe non essere felicissima, perché è questo il periodo più stressante per lei. Come prepararla al meglio?

Esfoliare la pelle

La pelle è una delle aree più delicate del corpo, sulla sua superficie ai accumulano durante l’inverno milioni di cellule morte e tossine. Proprio per questo è necessario fare qualcosa in più che lavarla solamente al mattino. Quindi in vista dell’estate è buona norma effettuare una buona esfoliazione, con uno scrub delicato, un detergente apposito e una spugnetta. I cosmetici a base CBD di CBD Secret Lab sono ideali per questo passaggio, in quanto contengono sostanze antiossidanti e anti-infiammatorie che rallentano l’invecchiamento fisiologico del derma e ristabiliscono il normale equilibrio all’interno di esso.

Incrementare la circolazione sanguigna

Il miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica permetterà di eliminare le tossine accumulate durante il giorno, oltre a donare un momento di perfetto relax. È possibile farlo al mattino durante la skincare oppure godersi un massaggio professionale con pietre e maschere apposite. Una vera e propria coccola per il corpo.

Migliorare l’alimentazione

Alimentazione e stato del derma hanno una grande connessione, perciò è importante non sottovalutare il binomio. Il classico consiglio è bere almeno 2 litri di acqua al giorno per eliminare naturalmente le famigerate tossine. Utile anche introdurre verdura e frutta fresca di stagione come pomodori, kiwi, avocado, ananas, pompelmo, ecc.

Idratare e proteggere la pelle

La pelle va nutrita a seconda della sua tipologia: mista, tendente all’acne, troppo grassa, troppo secca. Bisogna considerare che intorno ai 25 anni di età diminuisce la sintesi del collagene, portando la pelle progressivamente all’invecchiamento. Per questo motivo i dermatologi consigliano di bilanciare questa tendenza con una buona skincare. Questa deve comprendere l’idratazione profonda della pelle e l’applicazione di una crema protettiva con filtro solare. A prescindere dal mese e dalle condizioni esistenti, il derma va sempre protetto, anche quando sembra non esserci la necessità. Il sole, infatti, incentiva la produzione di vitamina D nel corpo. Il suo ruolo è preponderante per l’equilibrio di un organismo. Ma i raggi UV hanno conseguenze negative nei confronti della pelle, innescando la comparsa di rughe o di tumori nei casi peggiori. Una crema protettiva 15, 30 o 50 a seconda del dermotipo deve essere sempre applicata prima di uscire.

Rallentare i tempi di esposizione

C’è chi decide di andare al mare e abbronzarsi senza particolari attenzioni. Alcuni invece adattano la pelle con una serie di lampade abbronzanti. Queste scelte non sono amiche della pelle perciò è bene, dopo la protezione solare, abituare il derma all’esposizione. Scegliere, quindi, di esporsi al sole per tempi gradualmente più prolungati nel corso delle giornate successive sarà un metodo ottimale. In questo modo si evita lo shock di una scottatura e si può godere di un’abbronzatura uniforme.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media