Covid, il chitarrista Brian May è positivo: “Sono stati giorni orribili”

"Sono stati giorni orribili", così il chitarrista dei Queen Brian May che ha annunciato di essere risultato positivo al covid.

“Il giorno scioccante è finalmente arrivato anche per me”. Ha esordito così Brian May, leggendario chitarrista dei Queen che, attraverso un post pubblicato sui social ha annunciato di essere risultato positivo al Covid. A testimoniare in modo chiaro ed inequivocabile il contagio è naturalmente la foto del tampone che indica la doppia linea rossa.

Ad ogni modo ha rassicurato di stare bene. 

Covid Brian May positivo, l’annuncio sui social 

L’annuncio della positività del chitarrista è stata data dunque nel modo più schietto possibile attraverso quella che May ha chiamato: “La temuta doppia linea rossa”. Ha poi raccontato come sta vivendo questi particolari giorni: “E sì, decisamente una cosa non simpatica, sono stati giorni davvero orribili, ma sto bene. E racconterò la storia”.

 

Covid Brian May positivo, “Fate attenzione là fuori”

Il chitarrista britannico ha poi messo in guardia quanti lo seguono chiedendo di prestare particolare attenzione. Al contempo ha invitato a non abbassare la guardia: “Per favore, fate molta attenzione là fuori, brava gente. Questa cosa è incredibilmente contagiosa. Davvero non fate in modo che rovini il vostro Natale. Con affetto. Bri”. 

Covid Brian May positivo, la situazione nel Regno Unito 

Nel frattempo la situazione nel Regno Unito si sta facendo sempre più critica. Basti pensare che solo nella giornata di sabato 18 dicembre sono stati registrati 90.418 nuovi casi, mentre i decessi per covid registrati sono stati 125. Proprio per questo motivo gli esperti del Sage hanno chiesto che venga instaurato il regime di lockdown al fine di evitare che la situazione possa degenerare ancora. 

Scritto da Daniele Orlandi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il lungo sfogo di Elettra Lamborghini a un anno dalle nozze

The Voice Senior, eliminata Stefania Corona, la moglie di Alvaro Vitali

Leggi anche
Contents.media