Come applicare il correttore per coprire macchie, occhiaie e brufoli

Se usato correttamente il correttore è capace di mascherare piccole imperfezioni della pelle, come macchie, brufoli o occhiaie, e rendere l’incarnato omogeneo e uniforme.

Se c’è un prodotto al quale quasi nessuna di noi può rinunciare quando si trucca, quello è il correttore. C’è chi lo usa prima del fondotinta e chi addirittura lo sostituisce al fondotinta. Una cosa è certa: se usato correttamente il correttore è capace di mascherare piccole imperfezioni della pelle, come macchie, brufoli o occhiaie, e rendere l’incarnato omogeneo e uniforme. Vediamo come applicare il correttore nel modo corretto. Perché la sua funziona sia svolta in maniera efficace, infatti, è necessario applicarlo alla perfezione.

Quale correttore scegliere: stick, crema o polvere?

In commercio si trovano diverse tipologie di correttori: in stick, in crema, in polvere. La scelta del correttore deve avvenire sulla base della nostra tipologia di pelle: che tu abbia la pelle grassa, secca o mista è importante scegliere il correttore adatto.

In linea di massima i correttori più idratanti e dalla texture più liquida, sono più adatti alle pelli secche e alle zone segnate da rughette e pellicine. Quelli più compatti, secchi, fino alle polveri, si usano invece per le pelli grasse o per coprire imperfezioni della pelle come i brufoli.

come applicare correttore

Oltre alla texture, nella scelta del correttore, un altro fattore importante è il colore. Non esistono solo correttori color carne infatti. Se il tuo scopo primario è quello di coprire a brufoli, cicatrici o macchie, acquistane uno verde o giallo; questo tipo di correttore uniforma le parti dell’epidermide che si sono arrossate o scurite. Per le cicatrici e le occhiaie, utilizza un correttore di una o due tonalità più chiaro rispetto al tono naturale della pelle.

Come applicare il correttore per una copertura perfetta

Prima di applicare il correttore assicurati che la tua pelle sia perfettamente pulita. In caso non lo fosse detergila con dell’acqua micellare o usa detergente e tonico. Stendi siero e crema idratante e ora sei pronta per il correttore.

Per sapere come applicare il correttore nella maniera migliore è importante iniziare scegliendo il mezzo più efficace. Ammettiamolo, ognuna di noi è abituata ad applicare i correttori usando le dita, il pennellino o la spugnetta, ma qual è il “metodo” migliore? Partendo dal presupposto che qualsiasi tipologia di correttori voi utilizziate occorre sfumarli, al primo posto dobbiamo citare le dita! Vi sembrerà strano ma a differenza di altri strumenti, le dita sono in grado di scaldare i correttori facendo si che il colore si fonda con la pelle (ideale soprattutto quando si devono coprire le occhiaie).

Al secondo posto, invece, la famosa spugnetta a goccia che fa si che il correttore si stenda in maniera giusta e in più lo sfuma. E il pennellino? È l’ideale per coprire i brufoletti. In caso di brufoli infatti sarebbe meglio non usare le dita per evitare di spargere batteri, meglio affidarsi a un pennellino o ai correttori venduti già in pratiche penne con applicatore incorporato.

Usate quindi l’anulare per prelevare il correttore e tampona delicatamente il correttore sotto gli occhi, iniziando dall’angolo interno fino alla parte più esterna, dove il prodotto dovrà essere sfumato per evitare che si crei uno stacco evidente tra la carnagione e il correttore.

Non esagerate con il correttore

Fate molta attenzione alle quantità: non dovete esagerare o avrete l’effetto “maschera”. Quante di noi trovandoci davanti ad occhiaie insormontabili ci siamo dette: “se uso un po’ di correttore in più, si nascondono meglio”. Non c’è niente di più sbagliato. Quando si usa troppo correttore sia sul viso che sul contorno occhi, la quantità in eccesso tenderà ad accumularsi intorno al naso, sul contorno labbra o, ancor di più, nelle pieghette o le rughe intorno agli occhi che, durante al giornata, si evidenzieranno ancora di più. Pertanto, meglio partire applicando poco prodotto per volta, picchiettarlo con le dita, sfumarlo bene con la spugnetta e, se occorre ancora, aggiungerlo

come applicare il correttore

Come fissare il correttore

Se hai usato un correttore in polvere libera o compatta non hai bisogno di ulteriori passaggi. Se invece hai utilizzato un prodotto liquido e cremoso allora ricordati di fissarlo. Se ti dimentichi questo passaggio il correttore non durerà quanto dovrebbe e dovrete riapplicarlo. Basterà stendere un velo di cipria per fissare il tutto.

Per altre foto del settore vai sul sito di Lisitsa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Coronavirus, come disinfettare le maniglie delle porte: consigli utili

Come depilare le sopracciglia: tutti i passaggi per non sbagliare

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.