Sedici minuti al giorno per la scelta dell’abito

Sedici minuti al giorno per scegliere cosa indossare. Che moltiplicato per sette fa quasi due ore a settimana in cui le donne trascorrono i primi momenti della giornata a chiedersi di fronte a guardaroba e specchio: “Cosa mi metto oggi?”.

Forse aveva ragione Virginia Woolf quando scriveva (in Orlando) che gli abiti “cambiano l’aspetto del mondo ai nostri occhi e cambiano noi agli occhi del mondo”, perché altrimenti non si spiegherebbe l’importanza che il gentil sesso (ma forse, diciamolo, anche gli uomini) passa a selezionare accuratamente scarpe, biancheria, vestito, giacca e accessori vari, magari prestando attenzione pure all’abbinamento di colori e forme.

A confermare i risultati del sondaggio del brand d’abbigliamento Matalan, c’è poi tutto un’immaginario cinematografico.

Alcune scene clou di film ci raccontano (e in maniera più significativa delle statistiche) quanto signore più o meno giovani trascorrano i migliori anni della lora vita davanti tra cassetti ed armadi per essere perfette davanti al partner, ad un appuntamento di lavoro oppure per far schiattare di invidia l’amica, solitamente griffata, al cocktail party.
Come dimenticare Meryl Streep in Innamorarsi quando passa almeno un’ora a provare tutti i vestiti che ha, nella speranza di colpire nel segno il pendolare newyorchese (Robert De Niro) del quale si è invaghita.

Oppure la newyorchese Carrie di Sex and The City che ama lo shopping sfrenato e capi costossimi, come le scarpe di Manolo Blahnik ed eccentrici modelli, ognuno pronto per essere sfoggiato durante una specifica occasione. O Bridget Jones che indossava superminigonne per ammaliare il suo affascinante capo d’ufficio. Per non parlare della stagista Andrea ne Il diavolo veste Prada , che rimane completamente abbagliata dalla fatuità del mondo della moda (per pentirsi però,alla fine della storia, del comportamento superficiale che aveva assunto).
Infine sembra che le donne, sempre secondo la stessa indagine, si velocizzino solo nel fine settimana quando, invece di impiegare 16 minuti a scegliere il vestito, ce ne mettono solo 14. Ma attenzione, please! Dipende da dove devono andare. Perché se hanno in programma gite fuori porta, serate trendy, pranzi domenicali e feste comandate, il tempo sale a 20 minuti. Per non parlare poi delle partenze. Quando si deve decidere cosa mette in valigia, prima di andare in vacanza il dubbio cresce in proporzione al tempo: quasi un’ora, 52 minuti, per scegliere poi… praticamente tutto l’armadio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Miley CyrusMiley Cyrus: l’outfit più semplice diventa rock con gli accessori

    Miley Cyrus, classe 1992, è la regina assoluta della trasgressione. Icona fashion oltre che musicale, la cantante sfoggia accessori bold ed extra rock

  • Moda anni '60 tendenzeCome rendere contemporaneo un outfit anni ’60

    La moda è un cerchio di ispirazioni, di epoche e di stili che vanno e che vengono: la moda anni ’60 è tendenza fashion contemporanea

  • Alessandro Michele GucciAlessandro Michele lascia Gucci: gli abiti più iconici della sua era

    Un’era si è conclusa: Alessandro Michele lascia definitivamente Gucci dopo anni di successi e rivoluzioni e sono diversi gli abiti divenuti iconici

  • Riccardo TisciRiccardo Tisci: chi è il noto designer volto di Givenchy e possibile nuovo direttore creativo di Gucci

    Ha 48 anni, 3.1 milioni di follower e una carriera fashion decisamente brillante: Riccardo Tisci, volto di Givenchy e Burberry, entrerà in Gucci?

Contentsads.com