Notizie.it logo

Sanremo, Rula Jebreal: “Se intervistassi Michelle Obama?”

Rula Jebreal

Rula Jebreal, se dovesse essere confermata al fianco di Amadeus per il Festival di Sanremo, potrebbe intervistare Michelle Obama.

Da qualche giorno circola voce che la giornalista palestinese Rula Jebreal sia stata contattata da Amadeus per il settantesimo Festival di Sanremo. Per il momento, sappiamo che il conduttore e direttore artistico della kermesse l’ha contattata e che lei ha proposto di portare sul palco dell’Ariston un personaggio degno di nota: Michelle Obama.

Sanremo: Rula Jebreal e Michelle Obama

Rula Jebreal al Festival di Sanremo? Pare che la giornalista palestinese sia stata contattata da Amadeus, conduttore e direttore artistico della kermesse musicale più importante del nostro paese, e che le trattative siano ancora in corso. Stando a numerose indiscrezioni, sembra che Rula abbia proposto al padrone di casa di portare all’Ariston nientepopodimeno che Michelle Obama. La Jebreal, amica dell’ex Presidente degli Stati Uniti e della sua dolce metà, vorrebbe parlare con l’ex First Lady di una tematica ben precisa: la violenza sulle donne.

Michelle, stando a quanto sostiene il Corriere della Sera, potrebbe presentarsi a Sanremo nel corso della serata di apertura e potrebbe farsi intervistare da Rula proprio su questo delicato tema contro il quale si battono entrambe da anni. In alternativa, la Jebreal avrebbe proposto ad Amadeus un altro nome molto importante della televisione americana: Oprah Winfrey. Quest’ultima porta avanti da tempo battaglie sociali e civili che sono sotto agli occhi di tutti e che l’hanno fatta diventare “una delle donne più influenti d’America”. Appena la notizia della presenza di Rula a Sanremo 2020 è diventata di dominio pubblico, però, sono nate numerose polemiche e pare che proprio per questo motivo tutte le trattative siano state bloccate.

Le polemiche su Rula

Se Rula riuscisse a portare al Festival di Sanremo personalità come Oprah Winfrey o Michelle Obama sarebbe un evento senza precedenti, ma le polemiche nate nelle ultime ore rischiano di far saltare tutto.

Il primo a fare il nome della Jebreal come co-conduttrice di Amadeus è stato Dagospia e, in un lampo, è scoppiato il caos. La giornalista palestinese, infatti, è una figura un tantino controversa nel nostro paese, soprattutto per le affermazioni piuttosto dure sull’Italia e gli italiani fatte in diversi salotti televisivi. Proprio per questo motivo pare che i vertici Rai abbiano bloccato il tutto ad un passo dalla firma dei contratti. Nel frattempo, però, Rula avrebbe dichiarato di aver già destinato metà del compenso per l’ospitata sanremese alle attività di Nadia Murad, premio Nobel per la pace nel 2018, già vittima di uno stupro e diventata il simbolo del genocidio della sua comunità yazida. Le sue dichiarazioni, quindi, riaccendono la speranza di vedere Michelle Obama o Oprah Winfrey sul palco dell’Ariston.

Per il momento non abbiamo nessuna notizia certa, ma pare che anche alcuni personaggi influenti di Viale Mazzini si siano opposti alla presenza della Jebreal al Festival. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni: la prima serata di Sanremo 2020 è sempre più vicina.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
Leggi anche