Papilloma virus: cos’è e cosa c’è da sapere

Avete già sentito parlare di Papilloma virus? Si tratta di un virus molto potente che può portare ad un tumore al collo dell'utero.

Il Papilloma virus è uno dei tanti virus ed infezioni a cui bisogna prestare attenzione perché è la maggior causa di tumori al collo dell’utero. Colpisce infatti e soprattutto le donne portando ad avere anche problemi durante un momento bello come quello della gravidanza. Ma fortunatamente oggi come oggi si può prevenire, si può curare e si può scoprire in tempo, attraverso esami specifici.

Ecco cos’è il Papilloma virus e come si manifesta.

Papilloma virus: che cos’è?

HPV, acronimo di Human Papilloma virus, comprende diverse forme di virus, con oltre 100 ceppi. La maggior parte di essi è per così dire innocua e meno rischiosa perché causa lesioni benigne come le verruche (che colpiscono la cute) e i condilomi (che colpiscono le mucose genitali e orali).

Invece un’altra parte di essi, se non curata e non presa in tempo, può trasformarsi in una forma tumorale.

Uno dei problemi, infatti, che può danneggiare l’utero, soprattutto in gravidanza, è la comparsa di un tumore al collo dell’utero.

Come si manifesta e come avviene il contagio

Il più delle volte il contagio avviene tramite rapporti sessuali non protetti con diversi partner. Tuttavia, il virus prende piede ed infetta il corpo se le difese immunitarie della persona in questione sono molto basse. In casi più rari, il contagio avviene a causa di altre infezioni presenti.

Di solito, non ci sono segnali evidenti che fanno pensare alla presenza di un’infezione di questo tipo. Solo attraverso a esami specifici come il pap test si può capire se è presente oppure no.

Se viene diagnosticato in gravidanza

Uno dei problemi più frequenti che interessa le donne è la possibilità di contrarlo durante il periodo della gravidanza. In teoria, non danneggia il feto e non viene trasmesso ad esso; l’importante è prenderlo in tempo e curarlo.

Quali sono le cure

Non esistono vere e proprie medicine per curare il virus, ma soprattutto dipende dal caso specifico. Nella maggior parte dei casi, si tenderà a rafforzare le difese immunitarie del paziente, in altri, saranno le lesioni virali da HPV che regrediranno da sole. In casi ancora più specifici, sarà compito del ginecologo affrontare il virus in maniera più specifica e invasiva.

Scritto da Marta Vitulano
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Mestruazioni, l’alternativa agli assorbenti usa e getta: da quelli eco a quelli lavabili

Alchechengi: cos’è e quali sono le sue proprietà benefiche

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.