Rossella Migliaccio: “Come esaltare la proprio bellezza con l’Armocromia”

Intervista a Rossella Migliaccio, consulente d'immagine ed esperta di armocromia che ci spiega come abbinare i colori di abbigliamento, make up e capelli in base alla teoria delle stagioni.

Rossella Migliaccio, consulente d’immagine, ed esperta di armocromia, spiega a Donnemagazine.it come ognuno di noi può identificare la propria palette di colori personale, imparare a riconoscere le sfumature ideali per valorizzare il proprio fascino e ci fa un esempio con le star di ieri e di oggi.

Chi è Rossella Migliaccio?

Napoletana nel cuore, ma milanese di adozione, proprio come l’eroina di cui porto il nome, affronto la vita con positività, perché in fondo “domani è un altro giorno”, e basta viverlo all’insegna del colore! Da anni il mio mestiere è quello della Consulente di Immagine: collaboro con le aziende e sono docente presso l’Italian Image Institute, che ho fondato nel 2017 ed è attualmente l’unica realtà in Italia ad occuparsi di Consulenza di Immagine in tutti gli aspetti, aiutando privati ed aziende a ripensare la propria immagine.

Come ha avuto inizio il tuo lavoro di consulente d’immagine?

Dopo la laurea in marketing ho intrapreso una carriera nell’editoria di moda e nella pubblicità, occupandomi dei clienti fashion e beauty: è stato un lavoro che mi ha permesso di coltivare le mie più grandi passioni. Poi però a Londra ho “incontrato” il mio futuro, ovvero il mondo della Consulenza di Immagine, e me ne sono innamorata al punto che ho deciso di lasciare il mio precedente impiego per conseguire una Certificazione Internazionale da Image Consultant.

Non avrei potuto fare scelta migliore, benché azzardata: in molti mi hanno diffidato dal lanciarmi in quella che all’epoca in Italia era una professione praticamente sconosciuta, ma ho avuto il coraggio di credere nel potenziale della professione anche in Italia, e ora fortunatamente posso dire di aver avuto ragione.

Che cos’è l’Armocromia?

L’Armocromia è una scienza che si basa su criteri oggettivi: analizzando i nostri colori naturali di incarnato, occhi e capelli, riesce a stabilire la palette cromatica più adatta a ciascun individuo.

Cerco sempre di porre l’accento sull’oggettività di questa pratica, perché tralascia quelli che sono i gusti e le opinioni personali che spesso non sono altro che pregiudizi limitanti, e da spazio invece al miglioramento individuale: non siamo noi a doverci stravolgere per le mode, ma piuttosto dobbiamo lavorare per trovare ciò che più ci valorizza e ci rende unici.

Su cosa si basa l’Armocromia?

Come suggerisce la parola stessa, l’Armocromia si basa sul principio di armonia tra colori: non solo quelli all’interno della stessa palette cromatica, ma soprattutto quelli in sintonia con i colori naturali della persona che li indossa. Questa regola, seppur semplice, produce effetti veramente straordinari, perché permette di fare apparire tutti più belli e riposati. Applicando questo principio, ciascuno di noi andrà a replicare le proprie caratteristiche cromatiche nella scelta dei vestiti e del beauty: ad esempio, chi ha colori delicati eviterà le tinte sgargianti, chi ha colori intensi eviterà le nuances più pastello.

armocromia

Quali sono i quattro gruppi e sottogruppi e le regole da seguire?

Le quattro stagioni sono:

  • Inverno, con i suoi sottogruppi Deep, Cool e Bright;
  • Estate, ripartita tra Light, Cool e Soft;
  • Autunno, suddiviso in Deep, Warm e Soft;
  • Primavera, ed i sottogruppi Light, Warm e Bright,

Per un totale di 16 varianti tra le cosiddette stagioni assolute e i relativi sottogruppi. La regola da seguire è solo una, ma rimane comunque da praticare con costanza, ed è quella di imitare sempre, per rinforzarle, le proprie caratteristiche cromatiche: ad esempio, niente colori freddi per Autunno e Primavera o niente colori troppo brillanti per Estate e Autunno.

Quali sono le caratteristiche e i colori amici e nemici delle quattro stagioni?

L’inverno, con colori Scuri, Freddi e Brillanti prevede nella sua palette nero, blu, viola e i rossi freddi dei frutti di bosco; proverà ad evitare nuances come il marrone o l’arancione, troppo calde per le carnagioni lunari o olivastre di chi appartiene a questa stagione.

inverno

L’estate, dalle sfumature Chiare, Fredde e Soft, prediligerà invece le tonalità cipriate di rosa, azzurri e grigi: trattandosi di una palette dai toni molto delicati e freddi, i colori da rifuggire sono quelli fluo ed elettrici, oltre che ovviamente quelli caldi, perché risulterebbero troppo carichi, rendendo slavata la persona che li indossa.

armocromia estate

L’Autunno è caratterizzato da cromie Scure, Calde e Soft, quindi farà dei colori della terra come il verde, il marrone e l’arancione i suoi alleati nel guardaroba e nel beauty, mentre si terrà alla larga dai colori freddi e dai pastello, che incupiscono e rendono grigia la carnagione scura e dorata tipica di questa stazione.

autunno

Infine la Primavera, dalla palette Chiara, Cala e Brillante, troverà beneficio nei colori più squillanti come quelli della natura in fiore: benissimo corallo, turchese e giallo narciso, come anche i blu e i viola più brillanti. I veri nemici di questa stagione sono i colori troppo scuri (primo tra tutti il nero) o troppo soft, come la gamma dei grigi e dei sabbia.

primavera

Ci spieghi la teoria delle stagioni attraverso alcuni personaggi cinematografici di ieri e oggi

La teoria delle quattro stagioni suddivide le persone in quattro macrocategorie cromatiche che prendono il nome delle quattro stagioni e ad esse si ispirano per la gamma dei colori, e risale ai tempi della Vecchia Hollywood, quando le costumiste si occupavano dei look delle star per renderle uniche sul set ma anche fuori. È incredibile, palette alla mano, constatare come ogni diva indossasse sempre i “suoi” colori!

Audrey Hepburn ad esempio, incarnava perfettamente la donna Inverno, con la pelle diafana in perfetto contrasto con gli occhi e i capelli scuri. Non è un caso che spesso vestisse di nero, bianco e rosa brillante, proprio come i colori più donanti per questa stagione.

Audrey Hepburn

Oggi sono sue degne eredi bellezze di porcellana come Lily Collins e Anne Hathaway. Quest’ultima serve anche da monito a tutte le inverno: non sempre farsi bionde è una buona idea, a volte è meglio lavorare sul contrasto invece di schiarire.

Anne Hathaway

L’Autunno, proprio come la natura ad ottobre, riprende le sfumature più calde del giallo, del rosso e del marrone: sono gli stessi colori, dorati e morbidi, dell’iconica diva italiana Sofia Loren, che infatti ha sempre prestato molta attenzione a non raffreddare mai la sua chioma.

sophia loren
Per ispirazioni di look più attuali, le donne autunno possono fare riferimento a Jennifer Lopez, che infatti è sempre #inpalette: negli anni, si è lavorato molto sulla sua immagine, preferendo addolcire i colori scuri schiarendo i capelli (che rimangono sempre sui toni caldi e dorati) e prediligendo make-up dai toni nude dorati.

jennifer lopez

Non è un caso se Grace Kelly sia stata definita “ghiaccio bollente”: l’elegante e algida principessa incarna perfettamente i colori della palette Estate, freddi e delicati come quelli dei sorbetti. Il suo iconico biondo, freddo al punto giusto, la pelle chiarissima e rosata e gli orecchini di perle sono di ispirazione per chi ancora oggi ama rievocare un look chic e rètro, mai squillante e chiassoso.

grace kelly
Per le donne Estate che vogliono valorizzare la caratteristica eterea dei loro colori, consiglio di prendere ispirazione da dive come Elle Fanning e Kirsten Dunst: non le vedrete mai abbronzare o vestite di colori fluo, perché furbescamente prediligono le tinte pastello.

Kirsten Dunst

Infine la stagione più rara di tutte, ovvero la Primavera: Marilyn Monroe, la diva per eccellenza, è l’iconico riferimento per chi ama l’estetica degli anni ’50: il suo look beauty composto da rossetto e unghie rosso corallo è tutt’oggi attualissimo e perfetto per chi come lei ha colori caldi, chiari e brillanti.

Marilyn Monroe
Se non amate lo stile pin-up ma appartenete alla palette Primavera, lasciatevi ispirare da Charlize Theron e Margot Robbie e fate dell’oro il vostro migliore amico: non solo per i gioielli, ma anche per il colore dei capelli (mai cenere, mi raccomando) e per un beauty radioso sui toni accesi del pesca e del corallo.

Charlize Theron

Scritto da Paola Barletta
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

LR Wonder Company: tutto sulla linea al veleno d’ape

Amicizie tossiche: quali sono, come riconoscerle e come eliminarle

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.