Riflessologia plantare: cos’è, benefici e controindicazioni

Cos'è la riflessologia plantare? Tutto quello che c'è da sapere su una tecnica che può apportare grandi benefici a livello psicofisico.

La riflessologia plantare è una tecnica molto efficace che sfrutta la digitopressione su punti specifici del piede per stimolare il benessere psicofisico dell’organismo. Utile per diversi disturbi, come mal di schiena, cistite, ansia e stress, sfrutta il massaggio seguendo una ‘speciale’ mappa.

Quali sono i benefici? Quali le controindicazioni?

Riflessologia plantare: cos’è?

Attraverso un massaggio fatto principalmente con i pollici della mano, la riflessologia plantare va a stimolare punti specifici con il fine di ristabilire l’equilibrio energetico del corpo. I piedi sono attraversati da tantissime terminazioni nervose e, massaggiando l’area giusta, si vanno a ‘toccare’ determinati organi. Secondo la ‘mappa’ che seguono gli esperti di riflessologia plantare, questa tecnica va ad inviare impulsi nervosi a determinate zone riflesse presenti appunto sulla pianta e dorso dei piedi.

riflessologia plantare

Pertanto, massaggiando l’area corretta è come se si andasse ad agire direttamente su quell’organo o apparato. Il riflessologo utilizza esclusivamente le dita delle mani e non utilizza né oli né altre sostanze.

Inoltre, non essendo un medico, non può fare diagnosi, prescrivere farmaci e curare. Grazie alle nozioni imparate, però, può aiutare l’organismo a funzionare al meglio.

Riflessologia plantare: i benefici

Stando a quanto sostengono numerosi documenti, la riflessologia plantare risale ad antiche usanze orientali. Pare, inoltre, che venisse utilizzata anche dalle civiltà precolombiane e dai pellerossa. In tempi più recenti, invece, la riflessologia plantare si sviluppa grazie alla fisioterapista Eunice Ingham. Quest’ultima è considerata oggi la vera fondatrice della moderna riflessoterapia.

I benefici che un buon massaggio di riflessologia può apportare riguardano tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. E’ indicata per: mal di schiena, mal di testa, fastidio alla cavità degli zigomi (seni nasali), problemi alle ginocchia, ansia, insonnia, cistite, indigestione, cellulite, stress, crampi e artrosi. Inoltre, potrebbe essere un valido aiuto per smettere di fumare. L’obiettivo, un po’ come in tutte le tecniche orientali, è quello di eliminare gradualmente le tensioni e ristabilire l’equilibrio psicofisico. Ovviamente, questo avviene nell’arco di diverse sedute.

Le controindicazioni

Pur essendo una tecnica naturale, la riflessologia plantare ha alcune controindicazioni. Innanzitutto è sconsigliata alle donne in gravidanza e durante il ciclo mestruale. L’ideale sarebbe sottoporsi ad un massaggio di questo tipo lontano dai pasti.

riflessologia plantare

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

La Tata: come sono diventati oggi gli attori del telefilm? Le foto

Crononutrizione: cos’è e come funziona il regime alimentare

Leggi anche
  • dieta della menopausaDieta della menopausa: come perdere peso a 60 anni

    La dieta della menopausa, non solo aiuta a perdere peso in questa fase, ma permette anche di tenere sotto controllo alcuni valori riducendo i rischi.

  • tisana zenzero limoneTisana allo zenzero e limone: benefici e proprietà della bevanda

    Con l’arrivo dell’inverno ci si concedono più coccole, tra cui la tisana allo zenzero e limone. Scopriamo quali sono tutti i benefici di questa bevanda.

  • palline vaginali cinesiPalline vaginali cinesi: cosa sono e a cosa servono

    Non solo sex toy. Le palline vaginali cinesi hanno infatti un’origine ben diversa, servono infatti per fare ginnastica! Ecco cosa sono e a cosa servono.

  • trattamenti spa a casaTrattamenti SPA da fare a casa per rilassarsi come al centro benessere

    Trasformare la propria casa in un centro benessere fatto su misura? Si può! Ecco alcuni consigli su tutti quei trattamenti SPA facilmente replicabili.

Contents.media