L’eleganza sartoriale di Antonella Rossi

completo blu con soprabito
Nel caso di Antonella Rossi, il talento come disegnatrice di moda è sicuramente una qualità ereditata dalla famiglia, visto che la madre era un’abile ricamatrice e il padre un esperto di tessuti. È proprio nell’atelier dei genitori a Empoli che la stilista muove i suoi primi passi nel settore, per poi trasferirsi circa 12 anni fa a Roma dove inaugura la sua boutique in Via dei Delfini 16.

Per l’autunno-inverno 2012 / 2013, Antonella ha creato una collezione caratterizzata da un’eleganza d’altri tempi e composta da una ventina di modelli. Le stoffe spaziano dal velluto al mikado e al cachemire, in una gamma di colori autunnali tra il tortora, il verde scuro e il blu notte. Gli abiti, inoltre, sono quasi sempre accompagnati da giacche o mantelle coordinate che avvolgono misteriosamente la silhouette.
Ma il fattore che ha stupito maggiormente il pubblico accorso alla sfilata di presentazione della linea al Complesso di Santo Spirito in Sassia lo scorso luglio, è consistito senza dubbio nel sentire la profumazione all’Aloe sulle fodere dei vestiti e nella stessa sala dove è avvenuto il defilé.

Questa pianta grassa, infatti, è considerata da sempre rigenerante e disintossicante, e la fashion designer l’ha utilizzata in occasione dell’evento probabilmente per lanciare il messaggio che non conta solo la bellezza in una donna, ma pure il suo benessere.

(Foto © Altaroma)

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il final work 2012 dell’Accademia Altieri

Le consulenze personalizzate di Desperate House Design

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.