Come pulire il mocio in modo semplice ed efficace: consigli

Per il suo frequente utilizzo, il mocio andrebbe lavato e disinfettato almeno una o due volte al mese e andrebbe eseguita una pulizia semplice dopo ogni utilizzo.

Il mocio da pavimenti è l’alleato fondamentale per la pulizia di tutta la casa. È infatti pratico da usare per igienizzare le superfici di casa e con pochi sforzi ci aiuta a pulire tutti i pavimenti di casa. La sua comodità d’uso è consigliata anche per le donne più pigre: basta immergere, strizzare e inizia il gioco.

Inoltre i pavimenti asciugano molto più velocemente rispetto al semplice straccio. Proprio per il suo frequente utilizzo, il mocio andrebbe lavato e disinfettato almeno una o due volte al mese e andrebbe eseguita una pulizia semplice dopo ogni utilizzo. Ma come pulire il mocio per i pavimenti per far si che resti morbido e igienizzato?

Come pulire il mocio per i pavimenti?

Il mocio viene usato spesso nelle faccende domestiche sia per lavare i pavimenti che per pulire le imposte o le zone più difficili della casa dove lo sporco si annida senza pietà.

Con l’uso continuo si rovina facilmente e tende ad indurirsi. Come ogni strumento di pulizia per la casa, anche il mocio ha bisogno della sua manutenzione. Ogni tanto la spazzola va cambiata perché tende a usurarsi e consumarsi nelle punte, con i continui sfregamenti. Ma per conservarla a lungo perfetta e funzionante diversi sono i trucchetti per poter garantire al prodotto maggiore vita.

Ogni volta che usiamo il mocio, possiamo provvedere direttamente alla sua pulizia, per preservarlo dal consumarsi molto velocemente e renderlo morbido più a lungo.

La prima regola per evitare che il mocio si rovini è quella di non conservarlo mai dopo l’uso senza averlo sciacquato con acqua tiepida per togliere i residui di detersivo che abbiamo usato per pulire e residui di sporco. Il detersivo infatti se lasciato a contatto col mocio, nel seccarsi va a deteriorare le fibre dell’attrezzo, facilitandone la rottura e il deterioramento in tempi abbastanza brevi.

Dopo aver strizzato bene il mocio, ricopriamolo con un un sacchetto trasparente, quello per le verdure del supermercato, ad esempio, va benissimo.

Con le mani puliamo il mocio da pavimenti cercando di togliere i residui più grossi di detersivo e dello sporco. Anche scuotere il sacchetto può aiutare a togliere tutti i residui. Dopo averlo tolto dal sacchetto, risciacquiamolo sotto l’acqua tiepida e poi stendiamolo ad asciugare al sole.

Pulire il mocio in lavatrice

Per una pulizia del mocio da pavimenti più profonda, è opportuno staccarlo dal suo manico e inserirlo in lavatrice. Se non volete fare un lavaggio solo per il mocio, potete aggiungere anche i tappeti del bagno e gli stracci che usate per spolverare. Impostate la lavatrice ad un lavaggio di, al massimo, 60/70 gradi centigradi, aggiungete solo detersivo liquido e magari dell’aceto nella vaschetta dell’ammorbidente. L’aceto non solo disinfetterà il mocio, ma svolgerà anche la funzione di anticalcare per la lavatrice. Un’alternativa per pulire il mocio da pavimenti è anche quella di lasciare il mocio in ammollo in un secchio riempito con acqua calda e candeggina. La candeggina sbiancherà e disinfetterà il mocio che va steso al sole dopo il lavaggio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Oroscopo: il carattere delle suocere secondo il segno zodiacale

Chi è Shiva: tutto sul rapper di Bossoli e Auto Blu

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.