Blush in stick: perchè sceglierli e quali sono i migliori

Esistono varie tipologie di blush e, fra queste, quello in stick è particolarmente apprezzato: ma quali sono i migliori?

“I migliori, sono i blush in stick“. Nessuno di voi, probabilmente, tra un tutorial make up e un video-consiglio della nota influencer, potrà dire di non essersi imbattuto almeno una volta in una simile affermazione. L’apprezzamento dei blush in stick supera ogni confine, un po’ per comodità un po’ per texture.

Tuttavia, de gustibus non disputandum est e c’è chi lo preferisce nella sua “classic-version”: in polvere, con pennello annesso. Ma, per chi invece è incuriosito o (meglio ancora!) tentato dal blush in stick, quali sono i migliori? Quel è il loro ideale utilizzo?

Blush in stick: tutte pazze per il “tocco di colore”

Un tocco di colore nelle guanciotte, ed è fatta. Applicando il blush si ha proprio la sensazione di aver abbellito, acceso, colorato il proprio viso.

Ebbene, parrà banale, ma la funzione del blush è proprio questa: arrossire, dall’inglese. Un prodotto, creato certamente con ingredienti differenti rispetto al passato, ma utilizzato sin dai tempi antichissimi. Le donne dell’Antico Egitto amavano truccarsi, ed in particolare, colorare le proprie guance con una tonalità che desse loro rossore. Ma non solo, le donne che dominavano gli after-dinner di sapienti filosofi, politici ed amministratori adoravano tinteggiarsi il volto con prodotti a base di gelsi e succo di barbabietole.

Anche noi, come le nostre antenate d’Egitto e della Grecia, ci ritroviamo a voler dare un tocco di colore al viso. Per questo, nella scelta del blush, un primo orientamento lo si deve avere fra le varie nuances o tonalità. Ne esistono di ogni, scale colore in palette professionalissime. Ma molte delle persone che realizzano il proprio make up quotidiano, professioniste non lo sono di certo! Ecco, dunque, qualche chicca sulla texture più adatta, su come si applica il blush, e sui criteri di scelta.

Ad ogni pelle il proprio blush

Partiamo col puntualizzare che le tipologie di blush variano non solo per colore e texture, ma anche per finish. Il blush in polvere si applica con pennello rotondo o angolato, il blush in crema con vari pennelli adatti. Il discrimine nella scelta fra blush in polvere o in crema solitamente è il proprio tipo di pelle. Infatti, se si ha una pelle tendente al grasso è consigliato utilizzare il blush in polvere. Mentre, se si ha una pelle secca è preferibile utilizzare il blush in crema.

Molto apprezzati sono i blush in stick, soprattutto per la loro praticità. I blush in stick si applicano direttamente dallo stick che ne contiene il prodotti e si sfumano, poi, con le dita. È importante dosare bene la quantità di blush che si applica sul viso, un passaggio che non richiede chissà quali attitudini scientifiche ma che si appella semplicemente al “buon senso”. Scherzi a parte, è sempre meglio evitare l’effetto guanciotte-rosse in stile Heidi ma cercare sempre di sfumarlo il meglio possibile.

Gli “ultimi” blush in stick: l’On-The-Glow della Pixi fra i migliori

A proposito di blush in stick tanto apprezzati, la Pixi Beauty ha lanciato il suo ultimo blush idratante in stick consigliato dagli esperti del settore. L’On-The-Glow della Pixi è un pratico blush idratante e multiuso in stick da stendere e sfumare con i polpastrelli. Oltre a garantire un finish assolutamente naturale, la particolarità dell’On-The-Glow risiede nei componenti con cui è stato realizzato: ginseng, aloe vera, estratti di frutta, vitamine ed anti-ossidanti. È un prodotto molto attento alla pelle con effetto equilibrante e rivitalizzante sulla stessa.

blush in stick pixi

Lo si trova in tre varianti di colore e lo si può utilizzare in varie parti del viso. Infatti, chi ha mai detto che il blush è un prodotto soltanto per le guance? L’On-The-Glow applicato alle labbra confermerà l’opposto!

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Hashtag migliori su Tik Tok: quelli da utilizzare per farsi notare

Omotransfobia: cos’è e cosa prevede la legge Zan

Leggi anche
  • primer occhi come sceglierePrimer occhi, come scegliere il prodotto più adatto alla tua pelle

    Se si parla di make up, tra i “mai più senza” c’è sicuramente il primer occhi. Ne esistono di tantissimi tipi e brand e possono anche avere diversi impieghi.

  • tinta labbra lunga durataTinta labbra lunga durata: i brand, i consigli e le tendenze make up

    Dite addio a macchie e sbavature, la tinta labbra a lunga durata sarà il vostro “mai più senza”! Ecco la nuova tendenza che si ispira al make up coreano.

  • spray fissante trucco miglioreSpray fissante trucco, il migliore e quali scegliere tra quelli in commercio

    Idratante, vegan, cruelty free o rimpolpante Il migliore spray fissante per il trucco è quello che meglio si adatta a pelle ed esigenze. Ecco alcuni brand

  • migliori trucchi waterproofTrucchi waterproof: i prodotti migliori a prova d’estate

    Mascara, eyeliner, fondotinta, rossetti: ecco i migliori trucchi waterproof per un’estate impeccabile a prova di acqua e sudore.

Contents.media