Cos’è l’alimentazione intuitiva, la nuova tendenza welness del 2021

L'alimentazione intuitiva si basa su un principio semplice quanto fondamentale: mangiare solamente se si ha fame.

Cos’è l’alimentazione intuitiva e quali sono le regole fondamentali per iniziare a seguirla. Dalla colazione alla cena, il cibo deve essere sano e rispettare le esigenze del corpo.

Cos’è l’alimentazione intuitiva

Una delle nuove tendenze welness del 2021 è l’alimentazione intuitiva.

Non si tratta di una dieta dimagrante bensì di un nuovo modo per affrontare il rapporto con il cibo. Sempre più spesso ci si sottopone a diete dimagranti che vanno alla moda, ossessionati dalla forma fisica e dal peso. Questo, se portato all’estremo e a lungo andare, potrebbe creare problemi a livello psicologico e con il proprio corpo. Mangiare bene significa come prima cosa stare bene con sé stessi.

L’alimentazione intuitiva non propone regole stringenti e asfissianti come la dieta dimagrante. Infatti si parla di intuitive eating per raggiungere un modo di mangiare più semplice e intuitivo e che quindi risponda alle reali esigenze del nostro corpo. È fondamentale quindi imparare ad ascoltare quello che ci chiede il nostro corpo: le sensazioni di fame e di sazietà vanno rispettati perché sono dei segnali importanti.

cibo

Le regole dell’alimentazione intuitiva

La regola fondamentale è ascoltare ciò che dice il proprio corpo: mangiare quando si ha fame, smettere quando si è sazi. Inoltre è importante mangiare piatti sani, che contengano i giusti nutrienti necessari per il nostro organismo: verdura e frutta in particolar modo, che forniscono vitamine, acqua e sali minerali. Una corretta idratazione inoltre favorisce anche il benessere del nostro sistema immunitario. Per quanto riguarda le porzioni da fare, non ci sono delle grammature fisse da rispettare: il tutto dipende dalle esigenze personali e dalle abitudini. Ad esempio per gli sportivi è meglio prediligere una maggiore fonte di carboidrati. Alimentazione intuitiva non significa mangiare sempre, ad ogni ora, ma rispettare e comprendere la fame per capire quando assumere cibi.

Organizzare la propria alimentazione intuitiva ogni giorno è molto semplice. Per quanto riguarda la colazione, bisogna innanzitutto chiedersi quali attività si svolgeranno durante la giornata e calibrare l’assunzione di grassi, carboidrati o proteine in base a quello. Durante i pasti principali è fondamentale inserire una parte di carboidrati (pane, pasta, riso, patate ecc.); una di proteine (latticini, carne, pesce, legumi ecc.) e una di verdure, che siano esse crude o cotte. Provare poi a variare è importante per capire cosa cambiare, seguendo il senso di fame o sazietà. La merenda o spuntino, preferibilmente da fare con un frutto, può essere equilibrata a seconda delle esigenze: magari a metà mattina non si ha fame, quindi meglio farla di pomeriggio o viceversa.

Scritto da Megghi Pucciarelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Quali sono i migliori cosmetici bio: consigli e caratteristiche

Il Divin Codino, il film di Netflix su Roberto Baggio: data d’uscita

Leggi anche
  • dimagrimentoDimagrimento localizzato per la pancia: come fare

    Per un dimagrimento che sia localizzato nella zona della pancia, una buona dieta ed esercizi mirati permettono di ottenere ottimi risultati.

  • Integratori per caldo e stanchezzaIntegratori per caldo e stanchezza: i più indicati per l’estate

    Gli integratori per contrastare caldo e stanchezza sono ottimi alleati per l’estate. Scopriamo quali sono i migliori e i loro benefici una volta assunti

  • Rimedi naturali contro le zanzareRimedi naturali contro le zanzare: l’aiuto arriva dalle piante

    La natura è una preziosa alleata quando si tratta di contrastare le zanzare e le loro fastidiose punture. Ecco quali sono i rimedi naturali più efficaci.

  • fascite plantare come riconoscerlaFascite plantare: come riconoscerla, diagnosi, cura e prevenzione

    La fascite plantare se trascurata può essere molto debilitante: alcuni consigli su come imparare a riconoscerla per curarla e prevenirla.

Contents.media