Test del cucchiaio: il chek up completo per conoscere la tua salute

Il test del cucchiaio permette di controllare e monitorare lo stato di salute del proprio organismo. È un test molto rapido che si esegue strofinando un cucchiaio sulla parte posteriore della lingua e analizzando l'odore e il colore della saliva che rimane su di esso. Il test, ovviamente, non sostituisce in alcun modo la diagnosi di un medico.

Se senti che il tuo metabolismo non funziona bene o pensi che i tuoi polmoni non godano di un’ottima salute prova a fare il test del cucchiaio. Se il risultato è negativo rivolgiti ad un medico ed inizia la cura se necessario.

Come funziona il test del cucchiaio

È possibile fare un check up in un minuto utilizzando solo un cucchiaio. Questo metodo, chiaramente, non sostituisce in alcun modo il parere e la diagnosi di un medico, ma può rappresentare un valido campanello d’allarme.

Questo test è molto utile per controllare lo stato di salute dell’organismo, del sistema endocrino e del metabolismo. Eseguire il test del cucchiaio è molto semplice. È sufficiente seguire pochi e semplici passaggi.

Per prima cosa è necessario strofinare il cucchiaio sulla parte posteriore della lingua, facendo in modo che rimanga uno strato consistente di saliva sul cucchiaio. Dopo di che bisogna riporre il cucchiaio all’interno di un sacchetto di plastica, facendo molta attenzione a non eliminare la saliva dalla posata. In seguito a quest’operazione è necessario attendere un minuto.

Cattivo odore

Dopo aver fatto trascorrere il tempo necessario bisogna annusare il cucchiaio.

L’odore, infatti, è un segnale importante da cogliere per capire lo stato del nostro corpo e organismo.

Nella maggior parte dei casi, la causa del cattivo odore potrebbe essere l’eccessiva quantità di batteri all’interno del cavo orale. È bene, quindi, prendersi cura della propria igiene orale, lavando i denti almeno due volte al giorno o comunque sciacquare la bocca dopo ogni pasto. La lingua, inoltre, è una zona del cavo orale che spesso si dimentica di pulire accuratamente.

I cattivi odori all’interno della bocca possono essere, inoltre, causati dalla disidratazione del cavo orale. La saliva aiuta, infatti, a ripulire la bocca dai batteri che sono causa di odori sgradevoli.

La disidratazione della bocca può essere dovuta anche allo stress e all’ansia. In questi casi è sufficiente ricordarsi di bere spesso acqua ed si utilizzare il colluttorio dopo il lavaggio dei denti.

Se il cattivo odore persiste, nonostante le buone abitudini igieniche, potrebbe essere la manifestazione di un problema all’interno dell’organismo. Nello specifico se l’odore è riconducibile a quello dell’ammoniaca il problema potrebbe essere ai reni, se, invece, il cucchiaio emana un odore molto marcato di marcio potrebbero essere i polmoni e lo stomaco a non godere di ottima salute.

Il cattivo odore, infine, potrebbe essere dovuto a problemi alla mucosa orale, ai denti o alle gengive.

Il colore della saliva

Per fare un esame completo e più approfondito bisogna analizzare la saliva anche dal punto di vista visivo. Il colore della saliva potrebbe dare degli indizi sullo stato di salute del corpo. Per osservare bene la colorazione è necessario porre il cucchiaio con la saliva sotto una luce molto forte.

Se la saliva presenta al suo interno delle macchioline arancioni potrebbe essere il segnale di un reflusso gastroesofageo oppure si potrebbe soffrire di una malattia cronica ai reni.

Se esaminando il colore, invece, si vede una placca grigiastra potrebbe esservi un problema a livello respiratorio e, nello specifico, potrebbe trattarsi di bronchite. Potrebbe essere anche un campanello d’allarme a livello circolatorio; potrebbe, infatti, trattarsi di una quantità eccessiva di colesterolo nel sangue.

Se, infine, si notano delle macchie bianche sul cucchiaio potrebbero esserci delle infezioni respiratorie.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Siracusa, donna di 85 anni subisce una violenza sessuale. Accusato un 24enne

Idee originali per biglietto auguri 30 anni

Leggi anche
  • dimagrimentoDimagrimento localizzato per la pancia: come fare

    Per un dimagrimento che sia localizzato nella zona della pancia, una buona dieta ed esercizi mirati permettono di ottenere ottimi risultati.

  • massaggiatori anticelluliteMassaggiatori anticellulite: quali sono i migliori alleati tecnologici

    Con i massaggiatori anticellulite adeguati, una dieta sana e il costante esercizio, la pelle a buccia d’arancia sarà solo un lontano ricordo.

  • Integratori per caldo e stanchezzaIntegratori per caldo e stanchezza: i più indicati per l’estate

    Gli integratori per contrastare caldo e stanchezza sono ottimi alleati per l’estate. Scopriamo quali sono i migliori e i loro benefici una volta assunti

  • Rimedi naturali contro le zanzareRimedi naturali contro le zanzare: l’aiuto arriva dalle piante

    La natura è una preziosa alleata quando si tratta di contrastare le zanzare e le loro fastidiose punture. Ecco quali sono i rimedi naturali più efficaci.

Contents.media