Sara Manfuso: chi è, vita privata e carriera

Sara Manfuso, la giovane compagna del deputato del PD, Andrea Romano, è pronta per entrare nella casa del Grande Fratello Vip.

Sara Manfuso, la giovane compagna del deputato del PD, Andrea Romano, è pronta per entrare nella casa del Grande Fratello Vip in questa settima edizione. È una modella, opinionista e presidente dell’associazione #iocosì.

Sara Manfuso: chi è?

Sara Manfuso è nata nel 1987.

La giovane donna è una dei concorrenti di questa settima edizione del Grande Fratello Vip, che inizierà il 19 settembre 2022, in prima serata su Canale 5. Dopo essersi laureata in Storia e Filosofia, Sara Manfuso ha lavorato per un periodo come modella. La donna ha sempre avuto una grande passione per i temi politici e sociali, tanto da essere spesso protagonista nei salotti di diversi programmi televisivi. Da Dritto e Rovescio, a Zona Bianca e I Lunatici, fino ad Agorà e Pomeriggio Cinque, Sara Manfuso si è sempre fatta notare come opinionista.

Inoltre, la donna scrive per Il Giornale e La Notizia, ed è presidente dell’Associazione #iocosì, che si impegna costantemente nella difesa dei diritti delle donne che si sono trovate a vivere violenze sessuali, come è accaduto a lei. La donna ha confessato a Storie Italiane che a 17 anni è stata vittima di un abuso da parte di un uomo, mentre rientrava a casa da sola in pieno giorno. “Vicino al portone trovo un uomo con un berretto e un occhiale da sole, e perché questi dettagli sono utili, quello è un uomo che mi ha praticato violenza ed era forse una violenza premeditata, sapeva i miei orari, le mie abitudini, e mi aspettava” ha dichiarato la donna.

Sara Manfuso: la vita privata

Sara Manfuso è nata a Cassino, in provincia di Frosinone, nel 1987. È una ex modella, laureata in Storia e Filosofia. Molto gelosa della sua vita privata, le informazioni su di lei sono poche. La donna è stata legata al deputato del Partito Democratico, Alfredo D’Attorre, con cui ha avuto una figlia, Lucrezia. Quando la loro relazione è finita, molto serenamente, nel 2020, la donna ha sposato il politico Andrea Romano e vive con lui a Roma. La violenza sessuale subita quando aveva 17 anni l’ha segnata profondamente. Ha deciso di raccontarla pubblicamente e di fare qualcosa di concreto per le donne che vivono un’esperienza così devastante. La giovane è stata violentata da un uomo che l’aspettava mentre tornava a casa. È convinta che lui avesse studiato i suoi movimenti, che conoscesse i suoi orari. È stata un’esperienza che ha sconvolto la sua vita, ma nonostante tutti gli sforzi da parte delle forze dell’ordine, il suo aggressore, che ha abusato di lei, non è mai stato riconosciuto. Sara Manfuso ha deciso di impegnarsi al massimo in questo ambito, diventando presidente dell’Associazione #iocosì, che si occupa della difesa dei diritti delle donne che hanno dovuto affrontare una violenza sessuale e tutto quello che ne consegue. Un impegno importante, a cui si dedica con grande passione, spinta dalla forza che ha dovuto trovare per riuscire a superare questa esperienza. Ora la donna è pronta a varcare la porta rossa del Grande Fratello Vip, in cui sicuramente racconterà la sua storia.

Scritto da Chiara Nava
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Non sono una signoraNon sono una signora: cast, quando vederlo e dove vederlo

    Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul programma Non sono una signora, di Rai 2.

  • The CrownThe Crown: la somiglianza tra attori e personaggi reali

    The Crown è una serie di grande successo, che racconta la storia della famiglia reale. Scopriamo insieme la somiglianza tra gli attori e i personaggi.

  • AmiciAmici, anticipazioni 2 ottobre: ospiti e allievi in sfida

    Le anticipazioni della terza puntata di Amici, che andrà in onda sabato 2 ottobre, svelano la presenza di ospiti e i nomi degli allievi in sfida.

  • PrismaPrisma: trama e cast della serie Prime Video

    Prisma è una serie tv targata Prime Video, dagli sceneggiatori di Skam Italia, uscita il 21 settembre.

Contents.media