Nuovi format: la televisione degli avatar di Second life

Lavorare in televisione è facilissimo: basta inviare una propria foto per rivedersi nel piccolo schermo come protagonista di un talk show o di una soap opera.

In forma "proiettata" di avatar.

E' la tv degli alter ego, derivazione italiana di Second life, il mondo parallelo su internet popolato dalle ombre digitali di milioni di internauti che vivono per loro milioni di seconde vite.

Più appaganti o comunque diverse da quelle reali.

L'emittente è stata creata su Web dai creativi dello studio Comunicazionivisive. net, guidato dal regista italo-americano Tony Digrigio, avatar dell'umano Federico Ajello.

Il suo eloquente slogan è: "Come una tv vera, solo che è finta"

Per ora trasmette programmi che raccontano la realtà di Bologna, città dei suoi artefici, ma conta di ampliarsi in un network nazionale coordinato da redazioni dislocate in ogni città.

"Per la precisione -scrive Espresso local edizione di Bologna- si tratta di un canale televisivo che sarà lo specchio di una vita che non c'è, o meglio: una vita che c'è, ma che spesso viene mistificata o tenuta nascosta".

"Ci sono telegiornali, talk-show, soap opera, dove l'ironia e la satira non mancheranno e chiunque ha un progetto, un'idea creativa della quale parlare potrà, se l´argomento viene ritenuto valido, diventare protagonista e, come rassicurano gli ideatori: «non dovrete procurarvi un avatar (l'alter ego virtuale), la vostra versione 2.0 ve la realizzeremo noi»".

"Come racconta Tony Digrigio «Microposse Tv è una vera e propria Web TV con un suo palinsesto. L´intento è dare visibilità a fenomeni creativi e culturali della nostra città»".

"Ma come avviene la trasformazione da esseri umani ad avatar in tre dimensioni? «E' semplice basta inviare una foto frontale a labbra chiuse, il resto lo facciamo noi. E nel caso dei talk show, il protagonista invia anche un file con le domande e le risposte e così, almeno per una volta, l'ideatore di un progetto ne potrà parlare liberamente. Ci saranno anche le comparse, il pubblico, e attenzione, chiunque potrebbe ritrovare il proprio avatar tra di loro!»".
Vai a Microposse.Tv

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Roberto Benigni in Rai per otto milioni di euro (cos si dice)

Come diventare dirigenti televisivi: guida on line per inventare i format di domani

Leggi anche
Contents.media