Come fare le beach waves senza piastra: tutti i metodi alternativi

Effetto super naturale e capelli mossi: è possibile realizzare le onde morbide senza utilizzare la piastra.

Tanti modi alternativi su come fare le beach waves senza utilizzare la piastra per sfoggiare quotidianamente una delle acconciature più alla moda.

Come fare le beach waves senza piastra

Capelli ondulati, effetto naturale dato dalla morbidezza delle onde: sono le beach waves, una delle acconciature più di tendenza.

Sono l’acconciatura perfetta per ogni occasione e sono davvero semplici da realizzare.

Uno dei metodi più veloci e semplici per crearle è l’utilizzo della piastra e dell’arricciacapelli. In pochi passaggi le onde morbide sono realizzate sia su capelli corti che su capelli lunghi.

Per chi non ama l’utilizzo della piastra, nessun problema. Esistono metodi alternativi per ottenere una chioma mossa e fluente. Non servono altro che alcuni strumenti facilmente reperibili a casa, tanta voglia di provare, osare e sperimentare.

Advertisements

In base alla lunghezza della chioma si sceglierà lo strumento più adatto.

Ecco alcuni semplici metodi per sfoggiare delle beach waves perfette.

Con le trecce

Sia che sia abbiano capelli lunghi che capelli corti, le trecce sono uno dei modi più semplici per realizzare le onde morbide. Un metodo della nonna che si usa da generazioni e generazioni per ottenere i capelli mossi. Per delle onde definite basterà legare i capelli quando sono ancora bagnati e scioglierli dopo che si sono asciugati.

Per un mosso più naturale invece non resta che realizzare delle trecce prima di andare a dormire e sciogliere la chioma la mattina.

come fare le beach waves senza piastra

Con i becchi d’oca

Uno dei metodi più facili per ottenere una chioma naturalmente mossa è quella di usare i beccucci d’oca.

Dopo aver lavato i capelli, tamponare l’eccesso di umidità e applicare un prodotto modellante. Successivamente, procedere ciocca per ciocca, arrotolandole su se stesse e fissandole alla testa con un becco. Asciugare quindi la chioma con il diffusore e una volta finito srotolare ogni sezione con le mani.

Con i bigodini

Altro metodo della nonna per ottenere delle belle onde è quello di utilizzare i bigodini. Dopo aver lavato i capelli, dividere la chioma in ciocche e applicare i bigodini. Per ciocche piccole serviranno bigodini piccoli e si avranno onde più definite, invece per ciocche grandi sono perfetti bigodini grandi, per un effetto super naturale. Dopo aver fissato i bigodini con dei becchi d’oca, procedere asciugando i capelli con il phon.

come fare le beach waves senza piastra

Con la spazzola

È possibile realizzare delle bellissime beach waves utilizzando la spazzola rotonda, ma per farlo serve una buona manualità. Dopo aver lavato i capelli con uno shampoo volumizzante e aver distribuito una mousse specifica, suddividere la chioma in ciocche e arrotolale una alla volta sulla spazzola, procedendo all’asciugatura.

come fare le beach waves senza piastra

Con lo spray salino o una mousse

Un metodo molto semplice e veloce per ottenere dei capelli mossi naturali è quello di utilizzare una mousse specifica o uno spray salino. Innanzitutto lavare come di consuetudine i capelli, districandoli con le dita o con un pettine a denti larghi e asciugarli a testa in giù per dare volume. Successivamente dividere la chioma in sezioni e applicare sulle ciocche la mousse o lo spray, procedendo solo dalla metà verso le punte e il gioco è fatto.

come fare le beach waves senza piastra

Scritto da Chiara Caporale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Come pulire il marmo in modo naturale: i rimedi infallibili

Forza di volontà per smettere di fumare: consigli utili

Leggi anche
  • pubblicità assorbenti nuvenia sangueLa pubblicità di assorbenti Nuvenia mostra il sangue mestruale: è polemica

    Nuvenia rompe il web con il suo nuovo spot con assorbenti sporchi di sangue. Il lavoro dell’azienda e del social media manager sta creando una nuova normalità, oltre i tabù.

  • cosa succede nella mente delle vittime di violenzaCosa succede alla mente di una vittima di violenza

    Per dare valore alle emozioni provate da una vittima di violenza è necessario riconoscere l’impatto mentale sulla mente della persona, che si trova sopraffatta.

  • giornata contro la violenza sulle donne perché è il 25 novembreGiornata contro la violenza sulle donne: ecco perché è il 25 novembre

    IL 25 novembre si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: ecco la storia e l’origine.

  • 
    Loading...
  • differenza tra molestia e violenza sessualeDifferenza tra molestia e violenza sessuale: conoscere per difendersi

    Le molestie o violenze sessuali creano un carico emotivo difficile nella vittima che spesso non sa come uscire dalla situazione. Alcuni spunti su come agisce la legge.

Contents.media