Eritema solare: cos’è, come si manifesta e come curarlo

L'eritema solare può essere un problema comune soprattutto d'estate. Saperlo riconoscere è il primo passo per poterlo curare.

L’eritema solare è conosciuto più comunemente come una scottatura solare. Si tratta di un fenomeno infiammatorio della pelle causato da un’eccessiva esposizione al sole o da una protezione solare non sufficiente. Soprattutto se si possiede una pelle sensibile, è fondamentale sapere quali sono le cause dell’eritema solare e come curarlo se si dovesse presentare.

Eritema solare: come curarlo

Cos’è con esattezza un eritema solare? Stiamo parlando di un’infiammazione della pelle che insorge dopo una prolungata esposizione ai raggi solari e alle alte temperature e rientra nelle forme di allergia cutanea. L’eritema si manifesta con arrossamenti o pruriti: questo accade perché il corpo irrora di sangue lo strato superficiale della pelle che è stato troppo a lungo sotto ai raggi UVA e UVB. Si verifica quindi una vasodilatazione dei capillari sottocutanei che dà il tipico colore rosso.

I sintomi sulla pelle tendono a comparire a distanza di 6-12 ore dall’esposizione al sole e possono avere varie forme: i margini possono essere netti o sfumati, con chiazze più o meno estese sulla superficie del corpo.

Nei casi più lievi l’eritema si risolve senza seguire una terapia, semplicemente evitando di esporsi al sole per alcuni giorni. In caso di ustioni molto gravi e pericolose, nei quali si potrebbero formare delle vesciche, sarà necessario l’intervento di un esperto del settore.

Di solito si interviene con farmaci a base di corticosteroidi, ad esempio, il prednisone. Può essere prescritto anche il farmaco utilizzato per contrastare la malaria, a base di idrossiclorochina, che può alleviare i sintomi di alcune allergie cutanee derivanti dall’esposizione al sole.

Di estrema utilità, in molti casi, è l’effettuare una terapia preventiva con fotoprotettori e/o fototerapia. Quest’ultima, effettuata alcune volte a settimana prima di prendere il sole, può essere fatta con l’ausilio di una speciale lampada che emette raggi ultravioletti sulle parti del corpo più frequentemente esposte ai raggi solari.

Per alleviare le allergie da esposizione al sole ci sono poi altri piccoli accorgimenti:

  • evitare di esporsi al sole. L’eritema può scomparire nell’arco di 1 o 2 giorni
  • applicare sulla pelle prodotti idratanti o lenitivi, ad esempio lozioni a base di aloe vera
  • se è già capitato in passato, esporsi gradualmente al sole nei mesi primaverili.
Scritto da Evelyn Novello
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Musica per correre: la playlist per avere la carica giusta

Come baciare alla francese: consigli per un bacio perfetto

Leggi anche
  • come sbiancare i dentiCome sbiancare i denti direttamente a casa

    Come sbiancare i denti per un sorriso splendente è possibile grazie al miglior prodotto in circolazione a base di rimedi naturali.

  • come togliere un tatuaggioCome togliere un tatuaggio con rimedi naturali

    Come togliere un tatuaggio è possibile senza spendere cifre esorbitanti, grazie a una crema a copertura totale.

  • slip mestruali cosa sonoSlip mestruali, l’alternativa green per il ciclo: cosa sono?

    Dopo coppette mestruali e dischi, arriva un’altra alternativa green per sostituire gli assorbenti usa e getta, ma ne vale davvero la pena?

  • crioterapia a cosa serveCrioterapia: a cosa serve, come funziona e quali benefici apporta

    Tutto quello che c’è da sapere sulla crioterapia, la terapia che sfrutta i benefici del freddo.

Contents.media