Differenze fra blush e terra abbronzante

La terra e il blush sono due componenti essenziali e irrinunciabili del make up di una donna.

Tanto importanti quanto diversi, anche se molto spesso i due vengono confusi tra loro o non se ne conosce a pieno la funzione.

Vediamo quindi cosa sono e a cosa servono.

Il blush

Il blush, conosciuto anche come fard, è un prodotto che serve per dare alle gote un po’ di rossore. Il suo effetto principale è quello di donare quell’aria salutare che si ha quando si passa un pomeriggio all’aperto o il tipico rossore di quando si è emozionati.

Il blush si applica quindi sulle gote nella parte centrale, e viene sfumato bene verso le tempie.

Non deve essere applicato troppo generosamente perchè risulterebbe senza dubbio finto e volgare.

Il blush è un prodotto in polvere o in crema. La prima tipologia è indicata a chi ha una pelle grassa o mista, e a chi predilige l’effetto cipriato sulla pelle. Il prodotto in crema è invece consigliabile a chi ama un aspetto molto naturale.

In commercio esistono blush opachi e blush satinati. I primi risultano molto più naturali sulle guancie, mentre gli altri sono molto più luminosi sulla pelle.

Le colorazioni sono molto varie: dai rosa baby al rosa antico, dal pesca al bronzo. Scegliere il blush accuratamente secondo il proprio tipo di pelle e la propria carnagione è molto importante per una buona riuscita del make up.

Il blush deve essere steso con un pennello angolato. Quello in crema può essere sfumato semplicemente con le dita.

La terra abbronzante

La terra abbronzante è un prodotto in polvere che va dal beige al marrone intenso (ecco da cosa deriva il suo nome) e ha principalmente due funzioni:

  • abbronzare il viso
  • scolpire il viso

Può infatti essere usata come abbronzante se stesa con un pennello largo sulle zone del viso che in genere si abbronzano durante l’esposizione al sole: fronte, naso e zigomi. La sua stesura deve essere uniforme e leggera per un effetto naturale.

La terra viene usata anche per scolpire il viso secondo la tecnica del contouring. Viene applicata con un pennello stretto sotto gli zigomi per rendere il volto leggermente più magro, sulla fronte per abbassarla e ai lati del naso quando necessitano di essere assottigliati.

Il colore che si sceglie per la terra è molto importante. Le terre aranciate o che sono leggermente satinate sono indicate per abbronzare il viso e illuminarlo; per scolpire i volumi è invece fondamentale usare una terra dal sottotono freddo e assolutamente priva di glitter o brillantini.

Scritto da Cristina Testori
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Dieta per avere capelli sani

Come fare la treccia a corona

Leggi anche
  • cartilagine nasoCartilagine naso: come ridurla senza chirurgia

    I metodi meno invasivi della chirurgia e alcuni rimedi della nonna possono aiutare a ridurre la cartilagine naso senza sottoporsi all’intervento.

  • no bra day la giornata mondiale senza reggisenoNo Bra Day, la giornata mondiale senza reggiseno: perché si celebra

    No Bra Day: ricordare la giornata mondiale senza reggiseno aiuta la prevenzione del tumore al seno.

  • creme viso da usare a 20 anniLe creme viso da usare a 20 anni: quali sono quelle più adatte

    Non c’è un’età precisa per iniziare a prendersi cura della pelle del nostro viso. Già a 20 anni ci sono tantissime creme che si possono usare.

  • pelle bella cosa mangiareCosa mangiare per avere una bella pelle: i consigli utili

    Per avere una bella pelle bisogna prima di tutto partire da una alimentazione sana ed equilibrata. Scopriamo quali sono gli alimenti irrinunciabili.

Contents.media