Notizie.it logo

Ciclamini: i trucchi per coltivarli

Ciclamini

Ciclamini : I trucchi per coltivarli in casa, conservarli in estate e farli moltiplicare.

I ciclamini colorano le nostre case nel freddo periodo invernale. Scoprite con noi come coltivarli in casa, conservarli in estate e come farli moltiplicare, per avere una casa sempre coloratissima.

Come coltivare i ciclamini in casa

Il ciclamino è una pianta invernale che, se ben coltivata e curata, può continuare a fiorire addirittura per cinque anni di seguito. Potete decidere di coltivare i vostri ciclamini sia nel vostro giardino che in vaso, dentro casa, in base allo spazio che avete a disposizione e ai vostri gusti personali. Coltivarli in vaso è molto comodo perché vi permette di proteggerli dalle intemperie invernali. Inoltre avrete sempre dei bei fiori freschi che coloreranno e adorneranno i vostri ambienti. Se invece vivete in una zona dal clima mite, dove gli inverni non sono tanto rigidi, potete decidere di piantarli all’esterno della vostra casa, facendo però attenzione a proteggerli nei periodi più freddi.

La semina dei ciclamini è particolarmente indicata durante i mesi che vanno da luglio e settembre.

Seminateli in una cassetta di legno o in una seminiera, con del terriccio pronto o con dell’humus. Potete anche usare fare voi mescolando un terriccio composto da sabbia e torba in parti uguali. Quando vedrete che i primi germogli iniziano a crescere allora trasferiteli delicatamente in vasi.

I ciclamini coltivati in casa, in vaso quindi, durante la stagione invernale hanno comunque bisogno di alcuni accorgimenti. Amano tanto la luce, perciò riponeteli in un luogo della vostra casa che sia luminoso e non troppo caldo. Teneteli lontano da stufe o caloriferi però. La temperatura ideale affinché crescano bene deve essere compresa tra i 6 e i 18 gradi.

Manteneteli, inoltre, lontani da correnti d’aria. È una pianta che comunque resiste molto bene al freddo infatti sopporta meglio temperature vicine allo zero che il caldo.

Di quanta acqua hanno bisogno? Durante la stagione invernale il ciclamino non ha bisogno di tanta acqua. Assicuratevi che abbia sempre la terra umida e fate attenzione ai ristagni d’acqua che farebbero, purtroppo, marcire la pianta. Se le foglie si abbassano vuol dire che ha sete. La fioritura dei ciclamini in genere ha luogo nei periodi da settembre a maggio.

Come conservare i ciclamini in estate

Per poter conservare i ciclamini durante l’estate, e vederli fiorire nuovamente in inverno, è necessario seguire certi accorgimenti specifici che vi segnaliamo. Quando arriva la primavera, i ciclamini man mano rallentano la loro attività vegetativa, fino ad arrestarla con l’estate. Vedrete le foglie seccarsi e i fiori cadere. Non spaventatevi, è il loro naturale ciclo vitale. Presto riprenderanno vita e fioriranno nuovamente.

Dovrete fare particolarmente attenzione ai bulbi che non muoiano.

Durante questo periodo estivo, la pianta va riposta in un posto fresco e asciutto, lontano dal sole diretto e va innaffiata molto sporadicamente. Se la innaffiate troppo rischiate infatti di farla marcire e morire.

Se dopo la sfioritura vi rendete conto che le radici hanno occupato tutto il vaso, allora dovrete necessariamente rinvasarla. Questo le permetterà di sopravvivere. Per farlo, utilizzate un vaso che contenga del terriccio composto da sabbia e torba in misure uguali e dove aggiungerete alcune foglie della pianta stessa.

Come moltiplicare il ciclamini

I ciclamini possono essere moltiplicati tramite il loro stesso tubero o dei semi. Se si utilizza il tubero si avranno piante identiche alla pianta madre. Se invece si utilizza il seme si otterranno piante con caratteristiche diverse l’una dall’altra, perché ci sarà la varietà genetica.

Vediamo come agire in entrambi i casi.

Tramite il tubero : tagliare il tubero dei ciclamini in modo che ogni porzione tagliata abbia sia le radici che almeno due gemme. Dopodiché inserire in un vaso con del terriccio, miscelato a torba, la porzione precedentemente tagliata. Assicuratevi che il verso delle gemme risulti verso l’alto.

Vediamo ora come procedere con la moltiplicazione tramite i semi. Il periodo per fare questa semina è tra luglio e settembre. Comprate una cassetta o una seminiera. Riempitela di terriccio specifico per semine oppure miscelate una parte di terriccio, due di torba e tre di sabbia. Fate delle file parallele e interrate leggermente i semi di ciclamino. Dopo aver seminato, ricoprite con un foglio di plastica leggero e trasparente. Riponete la seminiera in una zona d’ombra e assicuratevi che la temperatura dell’ambiente sia stabile e non superiore ai 20 gradi. Fare delle nebulizzazioni con acqua distillata nel terriccio fino a quando ci sarà la germinazione.

Quando vedrete che i primi semi avranno germinato, togliete il foglio di plastica precedentemente messo. Da questo momento le piantine cresceranno sempre di più. Potrete trapiantare le piantine quando avranno un’altezza di circa 15-20 cm. Per il rinvaso, utilizzate un terriccio misto a torba, in parti uguali.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche