Alessia Pifferi in cella per la morte di Diana: esclusa premeditazione

Alessia Pifferi in cella per la morte di Diana, il gip esclude la premeditazione. La 37enne ha abbandonato sua figlia in casa, per giorni.

Alessia Pifferi in cella per la morte di Diana, il gip esclude la premeditazione. “Io ci contavo sulla possibilità di avere un futuro con il mio compagno e infatti era proprio quello che in quei giorni stavo cercando di capire”, ha dichiarato la donna.

Alessia Pifferi in cella per la morte di Diana

“È per questo che ho ritenuto cruciale non interrompere quei giorni in cui ero con lui anche quando ho avuto paura che la bambina potesse stare molto male o morire”, ha dichiarato Alessia Pifferi, la 37enne che ha lasciato a sé stessa sua figlia per sei giorni.

La piccola è morta di stenti, trovata senza vita dalla madre rientrata da un weekend lungo con un ipotetico futuro compagno.

Con lei aveva solo qualche bottiglietta di acqua, due biberon di latte e delle gocce di benzodiazepine.

Caso Diana, la madre accusata di omicidio volontario

La donna è stata sentita al carcere di San Vittore a Milano, dove si trova rinchiusa, alla presenza del gip e della sua legale. Dopo due ore di interrogatorio è giunta la convalida del fermo, l’accusa è quella di omicidio volontario nella forma omissiva aggravato da futili motivi.

Esclusa invece la premeditazione contestata dalla Procura, per aver lasciato morire la figlia di 18 mesi.

Nei prossimi giorni l’autopsia sul corpo della bimba

Nei prossimi giorni i medici legali si occuperanno dell’autopsia della piccola Diana, per determinare l’esatta causa della sua morte. Ad Alessia Pifferi verrà contestata anche l’accusa di abbandono di minore per gli episodi precedenti nei quali avrebbe lasciato la figlia sola nell’abitazione.

Scritto da Daniele Orlandi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Leggi anche
  • Vaccini contro influenza e Covid in farmaciaVaccini contro influenza e Covid in farmacia: tutti i dettagli

    Vaccini contro influenza e Covid in farmacia: le vaccinazioni saranno rivolte sia agli adulti che ai bambini. Come funzionerà?

  • Strage di ErbaStrage di Erba. Olindo si dichiara innocente, ma conferma aggressioni

    Rosa e Olindo sono innocenti o colpevoli? Questo è ciò sul quale ha fatto luce Quarto Grado. L’uomo ha confermato le aggressioni a Raffaella Castagna.

  • Incidente a LutagoIncidente a Lutago, coinvolti un pulmino e un’auto: 14 feriti

    Incidente a Lutago tra un pulmino e un’auto: il violento impatto tra i due mezzi ha causato il ferimento di 14 persone. Uno dei feriti è grave.

  • omicidio a civitanova marcheOmicidio a Civitanova Marche, uomo ucciso a colpi di stampella

    Omicidio a Civitanova Marche: un uomo di 39 anni, originario della Nigeria, è stato ucciso da un cittadino italiano a colpi di stampella.

Contents.media