Alessia Pifferi, gli investigatori: “Viveva come se Diana non fosse nata”

Alessia Pifferi è stata interrogata dal Gip. I dettagli sulla morte della figlia di soli 16 mesi sono inquietanti.

“Alessia viveva come se Diana non fosse mai esistita”, è questa la dichiarazione inquietante emersa nel corso dell’interrogatorio, di fronte al Gip, della donna responsabile del decesso della figlia di 16 mesi, lasciata morire in casa. La donna, nel corso dell’interrogatorio durato circa un’ora, avrebbe mantenuto la lucidità sottolineando che non era la prima volta che lasciava la piccina sola in casa: “Sì, ero a conoscenza delle conseguenze.

A parte la disidratazione, la morte”, ha risposto ammettendo che era consapevole di ciò che sarebbe potuto accadere.

Alessia Pifferi, l’interrogatorio del Gip sulla morte di Diana

La donna ha poi ammesso che non si era detta serena quando si era allontanata da casa. Questo perché era consapevole del fatto che “poteva succedere qualsiasi cosa, sia con riferimento al cibo che ad altro”. Ha poi anche aggiunto che sapeva che “sarebbe potuta venire fuori dal lettino o che sarebbe potuto subentrare qualche malessere o malore”.

Non solo. Stando a quanto emerge da diverse testimonianze raccolte dalla squadra mobile, la donna raccontava spesso delle menzogne. Anche il compagno della donna aveva dichiarato agli investigatori di essere “all’oscuro di tutto”: a lui infatti era stato detto che la piccola Diana si trovava al mare con la sorella.

Si attende la decisione del Gip sulla convalida del fermo

Nel frattempo il gip Fabrizio Filice che aveva ascoltato la donna nella giornata di venerdì 22 luglio, dovrebbe esprimersi nelle prossime ore in merito alla decisione sulla convalida del fermo e sulla custodia in carcere chiesta dal pm Francesco De Tommasi. Secondo il magistrato era “capace di commettere atrocità, pericolosa e che non ha avuto scrupoli, volendo portare avanti le sue relazioni e divertirsi, ad abbandonare da sola in casa per sette giorni nella culletta sua figlia, facendola morire di stenti”.

Scritto da Valentina Mericio
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • Vaccini contro influenza e Covid in farmaciaVaccini contro influenza e Covid in farmacia: tutti i dettagli

    Vaccini contro influenza e Covid in farmacia: le vaccinazioni saranno rivolte sia agli adulti che ai bambini. Come funzionerà?

  • Strage di ErbaStrage di Erba. Olindo si dichiara innocente, ma conferma aggressioni

    Rosa e Olindo sono innocenti o colpevoli? Questo è ciò sul quale ha fatto luce Quarto Grado. L’uomo ha confermato le aggressioni a Raffaella Castagna.

  • Incidente a LutagoIncidente a Lutago, coinvolti un pulmino e un’auto: 14 feriti

    Incidente a Lutago tra un pulmino e un’auto: il violento impatto tra i due mezzi ha causato il ferimento di 14 persone. Uno dei feriti è grave.

  • omicidio a civitanova marcheOmicidio a Civitanova Marche, uomo ucciso a colpi di stampella

    Omicidio a Civitanova Marche: un uomo di 39 anni, originario della Nigeria, è stato ucciso da un cittadino italiano a colpi di stampella.

Contents.media