Quali agrumi mangiare per un pieno di vitamine in vista dell’inverno

Fai il pieno di vitamine non solo d'inverno. Consumare spesso agrumi apporta moltissimi benefici utili durante tutto l'anno.

Non solo d’inverno per combattere i malanni di stagione. Mangiare agrumi può far bene durante tutto l’anno: una semplice spremuta di arance, ad esempio, può rappresentare una delle cinque famose porzioni di frutta e verdura che bisognerebbe assumere ogni giorno. Ma perché consumare spesso agrumi e quali sono i benefici?

Agrumi: le vitamine non solo per l’inverno

Gli agrumi sono universalmente conosciuti per la loro altissima quantità di Vitamina C. Il nostro fabbisogno giornaliero di vitamina C è di 105 grammi per gli uomini e 85 grammi per le donne e ciò può essere soddisfatto consumando tre porzioni di frutta al giorno che evita quindi di dover ricorrere ad integratori. Il contenuto di Vitamina C degli agrumi li rende dei potenti antiossidanti ma questi sono frutti molto utili anche per potenziare l’assorbimento del ferro e per combattere il rischio di malattie cardiovascolari.

Sono, inoltre, una fonte di fibre e di polifenoli dalle proprietà antinfiammatorie e protettive. Ma quali consumare più spesso e perché?

Arance

La regina degli agrumi: l’arancia. I flavonoidi contenuti nell’arancia la rendono uno dei migliori alimenti antiossidanti: contrasta i radicali liberi, migliora la circolazione e rafforza ossa e i denti. Alcune sostanze contenute, come il limonene, aiutano a proteggere l’apparato digerente dai tumori. L’arancia si presta a molti usi: fa bene anche in spremute o tisane che ti aiuteranno anche a reidratare l’organismo: il loro succo sarà dissetante ed energizzante, in più, favorirà la digestione e la depurazione.

Limoni

Vitamina C, vitamine del gruppo B, limonene e acido citrico sono i suoi componenti essenziali. Il limone è un astringente naturale che aiuta a risolvere i disordini intestinali e a eliminare tossine e batteri. Molto utile anche la sua buccia perché contiene vitamina A, flavonoidi e cumarine ed è spesso utilizzata in cucina. Il succo può essere consumato regolarmente come condimento di piatti o per arricchire bevande come le acque funzionali, è dissetante e aiuta a controllare il livello di zuccheri nel sangue.

Pompelmi

Il pompelmo ha funzioni antidepressive e disintossicanti ma è conosciuto anche per le proprietà attribuite ai suoi semi. L’estratto di questi ultimi, infatti, è usato come antibiotico naturale che non causa effetti collaterali come quelli sulla flora batterica, che troviamo invece in altri tipi di antisettici. Il consumo regolare di pompelmo rafforza stomaco e polmoni e può donare sollievo in caso di gastrite, affezioni renali e artrite.

Mandarini

Il mandarino è molto utile in caso di inappetenza, insonnia e fragilità capillare. Caratteristica del mandarino è il suo alto apporto energetico: è ottimo per i bambini e per chiunque svolga attività fisica, non esagerare con il suo consumo però se cerchi di perdere peso. Questo frutto è utile anche per la psiche: aiuta a calmare il sistema nervoso per il suo contenuto di bromo. Costituisce, inoltre, un ottimo apporto di calcio, selenio, acido folico, fosforo e magnesio.

Scritto da Evelyn Novello
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Rossetto indelebile per la mascherina: come applicarlo correttamente

Chi è Mattia Bova: curiosità e vita privata del nipote di Raoul

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.