Addio al dj e produttore scozzese Jamie Roy: aveva 33 anni

Aveva solo 33 anni e aveva suonato nei location più amate come Ibiza e il Glastonbury Festival in Inghilterra. La musica piange Jamie Roy.

La musica ha pianto in queste ultime ore un altro grande protagonista. Jamie Roy, noto produttore e dj scozzese è morto all’età di 33 anni. La notizia è stata riportata dalla testata britannica BBC. Stando a quanto si apprende, non si conoscerebbero le cause del suo decesso.

La famiglia ha fatto sapere che l’artista è morto nella giornata di giovedì 22 settembre, ma non ha fornito ulteriori dettagli nel merito. 

Morto Jamie Roy: la carriera 

Originario di Dumfries. Proprio nel circuito dei locali di Glasgow l’artista si era pian piano fatto un nome. Da lì il successo internazionale che lo ha portato ad esibirsi in location di prestigio come Ibiza o ancora l’Unum Festival in Albania.

La sua morte ha sconvolto nel frattempo non solo le persone più care, ma anche fan e colleghi. 

Il messaggi di cordoglio 

Intanto scorrendo tra le varie pagine sui social è possibile notare che sono stati moltissimi i messaggi che sono stati dedicati all’amato artista. Tra questi la Defected Records che su  Twitter ha scritto: “Jamie è morto ieri.

Jamie era un figlio, un fratello, un nipote e uno zio molto amato e di talento e amato dai suoi numerosi amici e colleghi sia all’interno dell’industria musicale che oltre. Abbiamo tutti il ​​cuore spezzato”.

“Jamie è morto ieri. Jamie era un figlio, un fratello, un nipote e uno zio molto amato e di talento e amato dai suoi numerosi amici e colleghi sia all’interno dell’industria musicale che oltre. Abbiamo tutti il ​​cuore spezzato”, è quanto hanno scritto invece i familiari. 

Scritto da Valentina Mericio
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media