Acido lattico: sintomi e come smaltirlo dopo l’allenamento

È normale, dopo un’intensa attività fisica, sentire bruciore e affaticamento dei muscoli: la causa è la formazione di acido lattico.

La causa dell’indolenzimento e del bruciore ai muscoli che avvertiamo dopo un allenamento intenso è l’acido lattico. È normale, dopo un’intensa attività fisica perché questo liquido fisiologico viene prodotto dal metabolismo anaerobico dei muscoli. Perché si forma e quali sono i sintomi? E come possiamo smaltirlo dopo l’allenamento?

Acido lattico: cos’è e come si forma

L’acido lattico è un liquido fisiologico formato dall’unione di carbonio, idrogeno e ossigeno. È un composto tossico che però risulta utile per il nostro organismo. Quando la quantità di acido lattico in circolo nel nostro organismo è superiore alla capacità di smaltimento da parte del nostro corpo, si verifica quel bruciore e affaticamento muscolare che solitamente avvertiamo dopo un allenamento intenso.

Come si forma? Il glucosio in circolo nel nostro organismo, quando in presenza di ossigeno, viene trasformato in energia, acqua e anidride carbonica.

Questo è quello che accade generalmente, ma in alcune situazioni, come quando i muscoli stanno lavorando eccessivamente, la richiesta di energia è maggiore alla quantità di ossigeno.

In questi casi il glucosio si trasforma in idrogeno, andandosi ad accumulare. L’idrogeno deve essere in qualche modo smaltito. È qui che interviene l’acido lattico: questo, dopo l’allenamento, serve proprio ad eliminare l’idrogeno in eccesso.

Acido lattico: sintomi e rimedi efficaci

I sintomi più comuni legati all’accumulo di acido lattico dopo intensi allenamenti sono sicuramente il bruciore muscolare e l’affaticamento.

A questi sintomi più lievi e più comuni, se ne possono aggiungere altri come nausea, vomito, mal di testa, febbre oltre ad un generale senso di stanchezza. Sono campanelli d’allarme che il nostro corpo ci manda.

Come eliminarlo? Chiaramente i rimedi più efficaci e anche i primi da attuare sono riposo e pausa dall’allenamento. Nel caso in cui avvertiate i tipici sintomi dell’acido lattico concedete al vostro corpo un po’ di riposo, prima di ricominciare ad allenarvi.

Vi sono, tuttavia, anche altri possibili rimedi all’acido l’attico per smaltirlo più velocemente. Tra questi, il primo consiglio è di curare l’idratazione: bevete molto in modo da reintegrare i liquidi e i sali minerali persi durante gli sforzi fisici. Inoltre prediligete nella vostra dieta degli alimenti ricchi di magnesio.

Un altro possibile rimedio è di respirare in maniera lenta e profonda e di dedicare la parte finale dell’allenamento a un defaticamento della durata di almeno 20 minuti.

Scritto da Alessia Vitale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Elettrostimolatore: quali sono i benefici e le controindicazioni?

Come fare yoga in estate: le posizioni e le respirazioni migliori

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.