Chi è Valeria Valente: la storia della senatrice campana

Appassionata da sempre di politica, ne fa parte sin da giovanissima: tutto quello che c'è da sapere su Valeria Valente.

Politica, senatrice, mamma e avvocato: ecco chi è Valeria Valente, attiva come Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni violenza di genere.

Valeria Valente: chi è?

Valeria Valente è una politica napoletana, avvocato, senatrice, a capo della Commissione del Parlamento che si occupa di femminicidi e violenze di genere.

Ha una lunga carriera politica alle spalle e si è anche candidata per il ruolo di sindaco della città di Napoli. In contemporanea ha studiato giurisprudenza divenendo avvocato e nel 2009 ha avuto un figlio, Luca.

I suoi principali interessi e competenze si focalizzano sul turismo per la valorizzazione dei monumenti e del patrimonio napoletano, con l’obiettivo di porre Napoli in un circuito d’interesse internazionale. Altra tematica che sta a cuore alla Valente è quella delle pari opportunità, eliminando le politiche discriminatorie, lavorando per la prevenzione alla violenza sulle donne e appoggiando le associazioni LGBT.

Valente è nata il 16 settembre 1976 a Napoli, città alla quale è molto legata e in cui vive attualmente. Sin dalla giovane età ha dedicato il suo tempo alla politica della città partenopea. La prima esperienza è stata con il movimento studentesco napoletano, divenendo coordinatrice di Napoli e provincia e nell’anno seguente entrando nell’esecutivo nazionale dell’Unione Studenti. Dopo essersi trasferita a Roma, torna a Napoli per prendere attivamente parte alla vita politica locale.

valeria valente chi è

Carriera politica

Fa parte prima del PDS e poi è nei DS. Nel 1997 si è candidata alle elezioni amministrative della città , entrando come consigliera in Consiglio comunale. Nel 2011 ha inizio il suo secondo mandato da consigliera e nel 2006 è stata scelta dal sindaco Rosa Russo Jervolino come componente della giunta nel ruolo di Assessore al turismo, spettacoli e pari opportunità.

Valeria Valente nel 2011 è stata scelta come coordinatrice delle Donne Democratiche della Campania, proseguendo in contemporanea l’impegno politico. Nel 2012 ha infatti partecipato e vinto le primarie per la scelta dei candidati del parlamento del Partito Democratico.

Dal 2013 è diventata segretaria nell’ufficio della Presidenza della Camera dei Deputati e componente della Commissione Difesa.

Valente nel 2016 ha deciso di candidarsi come sindaco di Napoli, ruolo che però è andato a Luigi De Magistris. Nel 2018 ottiene il ruolo di Senatrice nel collegio Campania sempre per il Partito Democratico, di cui attualmente è vicepresidente al Senato.

Come Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e sulle violenze di genere, porta avanti delle importanti battaglie contro le discriminazioni. Il problema della violenza sulle donne è purtroppo ancora molto diffuso nel nostro paese, ne è testimonianza, ad esempio la recente inchiesta su Alberto Genovese.

valeria valente chi è

Scritto da Chiara Caporale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Beauty case da viaggio: quale scegliere

Mare of Easttown, Kate Winslet nel ruolo di protagonista: tutto sulla serie tv

Leggi anche
  • simboli contro violenza donneDalle scarpe rosse alla panchina: tutti i simboli contro la violenza sulle donne

    Dalle scarpe rosse alle panchine che colorano le piazze: ecco quali sono tutti i simboli più conosciuti contro la violenza sulle donne.

  • cosa significa demigirlCosa significa Demigirl e perché è importante saperlo

    Cosa significa essere Demigirl: la definizione e l’importanza di saper distinguere l’identità di genere dall’orientamento sessuale di una persona.

  • Giampiero Galeazzi malattiaGiampiero Galeazzi malato da tempo: “Non ho il Parkinson, ma il diabete”

    “Non ho il Parkinson, ho problemi di diabete. La salute va su e giù, come sulle montagne russe”, aveva detto nel 2019 in una delle sue ultime apparizioni.

  • venezia top ginnastica ragazze 2Venezia, top di ginnastica vietato alle ragazze: “Distraggono i maschi”

    A Venezia ha fatto molto discutere la decisione di un’insegnante che ha vietato alle ragazze di indossare il top sportivo durante l’ora di ginnastica.

Contents.media