Chi è Valeria Valente: la storia della senatrice campana

Appassionata da sempre di politica, ne fa parte sin da giovanissima: tutto quello che c'è da sapere su Valeria Valente.

Politica, senatrice, mamma e avvocato: ecco chi è Valeria Valente, attiva come Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni violenza di genere.

Valeria Valente: chi è?

Valeria Valente è una politica napoletana, avvocato, senatrice, a capo della Commissione del Parlamento che si occupa di femminicidi e violenze di genere.

Ha una lunga carriera politica alle spalle e si è anche candidata per il ruolo di sindaco della città di Napoli. In contemporanea ha studiato giurisprudenza divenendo avvocato e nel 2009 ha avuto un figlio, Luca.

I suoi principali interessi e competenze si focalizzano sul turismo per la valorizzazione dei monumenti e del patrimonio napoletano, con l’obiettivo di porre Napoli in un circuito d’interesse internazionale. Altra tematica che sta a cuore alla Valente è quella delle pari opportunità, eliminando le politiche discriminatorie, lavorando per la prevenzione alla violenza sulle donne e appoggiando le associazioni LGBT.

Valente è nata il 16 settembre 1976 a Napoli, città alla quale è molto legata e in cui vive attualmente. Sin dalla giovane età ha dedicato il suo tempo alla politica della città partenopea. La prima esperienza è stata con il movimento studentesco napoletano, divenendo coordinatrice di Napoli e provincia e nell’anno seguente entrando nell’esecutivo nazionale dell’Unione Studenti. Dopo essersi trasferita a Roma, torna a Napoli per prendere attivamente parte alla vita politica locale.

valeria valente chi è

Carriera politica

Fa parte prima del PDS e poi è nei DS. Nel 1997 si è candidata alle elezioni amministrative della città , entrando come consigliera in Consiglio comunale. Nel 2011 ha inizio il suo secondo mandato da consigliera e nel 2006 è stata scelta dal sindaco Rosa Russo Jervolino come componente della giunta nel ruolo di Assessore al turismo, spettacoli e pari opportunità.

Valeria Valente nel 2011 è stata scelta come coordinatrice delle Donne Democratiche della Campania, proseguendo in contemporanea l’impegno politico. Nel 2012 ha infatti partecipato e vinto le primarie per la scelta dei candidati del parlamento del Partito Democratico.

Dal 2013 è diventata segretaria nell’ufficio della Presidenza della Camera dei Deputati e componente della Commissione Difesa.

Valente nel 2016 ha deciso di candidarsi come sindaco di Napoli, ruolo che però è andato a Luigi De Magistris. Nel 2018 ottiene il ruolo di Senatrice nel collegio Campania sempre per il Partito Democratico, di cui attualmente è vicepresidente al Senato.

Come Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e sulle violenze di genere, porta avanti delle importanti battaglie contro le discriminazioni. Il problema della violenza sulle donne è purtroppo ancora molto diffuso nel nostro paese, ne è testimonianza, ad esempio la recente inchiesta su Alberto Genovese.

valeria valente chi è

Scritto da Chiara Caporale
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Beauty case da viaggio: quale scegliere

Mare of Easttown, Kate Winslet nel ruolo di protagonista: tutto sulla serie tv

Leggi anche
  • -Tampon tax in Italia: quando verrà rimosso il fatidico 22% di Iva?

    La Tampon tax in Italia continua a gravare sui redditi delle donne con un’applicazione dell’Iva sugli assorbenti al 22%.

  • nuove abitudini adolescenti covidNuove abitudini degli adolescenti nell’era Covid: cybersex e solitudine

    Tra solitudine e social network, gli adolescenti hanno cambiato le loro abitudini con l’inizio della pandemia e ora una ricerca ne svela i risultati.

  • colombia cosa succedeCosa succede in Colombia: il Paese sudamericano protesta contro la riforma fiscale

    L’economia colombiana, già in declino da tempo, stava per subire un’ultima batosta finale con la riforma fiscale proposta dal Presidente Iván Duque Márquez che ha causato scontri e misure repressive.

  • omotransfobia legge zanOmotransfobia e legge Zan, cos’è e perché è importante parlarne

    La legge Zan contro l’omotransfobia, misoginia e abilismo è stata da poco calendarizzata in Senato, cosa prevede e quali critiche ha riscosso?

Contents.media