Chi è Ylenia Demeo, la ragazza violentata da Genovese

Chi è Ylenia Demeo, la ragazza che ha subito violenze da Alberto Genovese.

Insieme a Martina Facchini, 22 anni, Yelenia è stata intervistata da Massimo Giletti inizialmente parlando solo di spalle per mantenere l’anonimato, ma poi decidendo di esporsi in prima persona mettendoci la faccia e rispondendo alle domande di Massimo Giletti che conduce il programma di La7.

Chi è Ylenia Demeo

Ylenia Demeo, 20 anni, proviene da Bari ed è diventata famosa suo malgrado per aver denunciato il noto imprenditore Alberto Genovese accusato di violenza sessuale nei confronti di diverse ragazze. Ylenia è giovane e bella, fa la modella e, come moltissime ragazze nel giro della moda, ha partecipato spesso ad eventi e feste a Milano e ad Ibiza entrando a contatto diretto con Genovese ed il suo entourage.

Genovese è noto per aver spesso organizzato feste e party presso la sua abitazione milanese dove, secondo l’accusa, droga e violenze erano parte integrante degli eventi. In questa trappola è caduta anche Ylenia che però non ha avuto timore e ha deciso di denunciare l’accaduto.

Ylenia, da vittima ad accusatrice

Subire uno stupro ed essere oggetto di violenze non è facile da raccontare e Ylenia ha deciso di farlo consapevole del fatto che quello che era successo a lei era successo a diverse ragazze che hanno taciuto temendo di esporsi in prima persona. Genovese è sempre stato considerato potente perché offriva tutto a tutti, ma era doveroso uscire allo scoperto e raccontare la verità. In questo percorso Ylenia e Martina, rappresentate dall’avvocato Ivano Chiesa, hanno dovuto rispondere a domande difficili sapendo che sarebbero state ascoltate anche dai loro rispettivi genitori.

Loro però, pur essendo giovani e impaurite, non hanno esitato a dare la loro fondamentale testimonianza e denunciare. Questo è quello che ogni donna deve sempre fare in caso di abusi, violenze e maltrattamenti, ed è quello per cui anche lo stato, grazie al decreto denominato “codice rosso”, interviene oggi in difesa delle donne a tutela dei loro diritti.

Scritto da Barbara Anselmi
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Martina Facchini, la ragazza violentata da Genovese

Giorno di ricordo delle foibe: una tragedia che non si dimentica

Leggi anche
  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

  • mamme donne realizzateNon è vero che le donne si sentono realizzate solo con la maternità

    Le donne solo se mamme, secondo l’opinabile parere dell’europarlamentare Antonio Tajani, acquisirebbero la loro realizzazione.

  • astrazeneca donneAstrazeneca, Antonella Viola: “Non per le donne sotto i 60 anni, è rischioso”

    Il dibattito sulla differenza di genere rimane aperto anche in tema vaccini dopo il parere dell’immunologa Antonella Viola secondo cui Astrazeneca non andrebbe somministrato sulle donne al di sotto dei sessant’anni.

Contents.media