Unomattina, morte di Ballandi: Di Mare si scusa con Milly

Franco di Mare si scusa con Milly Carlucci a nome della trasmissione: "Non facciamo TV del dolore e non siamo sciacalli, ma abbiamo sbagliato"

Franco di Mare ha chiesto scusa a Milly Carlucci per l’episodio accaduto ieri in diretta. La collega di Di Mare, Benedetta Rinaldi, ha infatti dato in diretta la notizia della morte di Bibi Ballandi, il produttore televisivo a cui Milly Carlucci, come moltissime altre personalità della televisione italiana, era legata da un profondo rapporto umano e di amicizia.

Franco di Mare si scusa con la Carlucci

Nel momento in cui i due conduttori di Unomattina hanno ricevuto la notizia della morte di Bibi Ballandi, Milly Carlucci era in studio per pubblicizzare l’inizio della prossima edizione di Ballando Con Le Stelle, di cui era pronta ad annunciare il cast definitivo di quest’anno.

Benedetta Rinaldi, la co-conduttrice della trasmissione, una volta ricevuta la comunicazione della morte del produttore ha deciso di non attendere che Milly avesse terminato la propria intervista e avesse lasciato il palco.

Advertisements

Ha infatti cercato le parole migliori per dare immediatamente alla Carlucci e a tutti gli spettatori, quella tragica notizia.

Oggi, dopo la comprensibile reazione della Carlucci, letteralmente prostata dal dolore, arrivano le scuse di Franco Di Mare.

Io e l’autore Marco Ventura avevamo deciso di aspettare la fine della trasmissione per dare la notizia senza coinvolgere Milly Carlucci, ma Benedetta Rinaldi, pressa dalla concitazione del momento, lo ha invece detto subito, sbagliando. Se n’è assunta la responsabilità e ha chiesto scusa pubblicamente.

Franco Di Mare si scusa

Unomattina si difende

Subito dopo la notizia, sul web si sono diffuse a macchia d’olio le critiche alla trasmissione, che ha peccato di delicatezza, decidendo di rendere pubblico un momento di dolore che la Carlucci avrebbe avuto il diritto di vivere lontano dalle telecamere.

La trasmissione è stata accusata addirittura di essersi adeguata agli standard bassissimi della cosiddetta “televisione del dolore”, in cui i sentimenti delle persone davanti alla telecamera vengono provocati e feriti appositamente per poterne riprendere le reazioni.

Nel suo lungo comunicato Franco di Mare ha chiarito che la tv del dolore non potrebbe essere più lontana dal suo approccio professionale e rifiuta categoricamente l’appellativo di sciacallo che già da qualche parte cominciava ad essere utilizzato contro di lui.

La reazione di Milly

Dopo essersi congedata dagli studi di Unomattina, Milly Carlucci era attesa nello studio di Storie Italiane, ospite di Eleonora Daniele. Da professionista qual è, Milly ha voluto mantenere fede al proprio impegno e finalmente si è lasciata andare ad un pianto liberatorio, spiegando quanto fosse legata al produttore, che tra le altre cose curava la messa in onda di Ballando Con Le Stelle.

Non avrei mai voluto saperlo in quella maniera” ha spiegato la Carlucci, che si è premurata di farsi portavoce del pensiero di Bibi Ballandi. “La macchina produttiva di Ballandi deve continuare ad andare avanti, come lui avrebbe voluto”. Poco dopo questa dichiarazione la Carlucci ha deciso di concludere la sua partecipazione al programma e di lasciare gli studi prima del previsto, a causa del fatto che era ancora visibilmente scossa.

Scritto da Olga Luce
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il rimedio più efficace per donne pelose

Max Biaggi ha una nuova fidanzata, chi è Michelle Carpente

Leggi anche
  • milano ragazza sfugge stuproMilano, una ragazza sfugge a un tentato stupro e si sfoga sui social

    Tentata aggressione a sfondo sessuale nel cuore di Milano, la ragazza con due pugni riesce a mettere in fuga l’aggressore e a chiamare i soccorsi.

  • argentina congresso legge abortoArgentina, il Congresso riapre la discussione sulla legge sull’aborto

    Si riaprono le discussioni al Congresso argentino per la legge che legalizzerebbe l’aborto, tantissimi i sostenitori così come i contrari.

  • giornata mondiale contro l'aidsGiornata mondiale contro l’AIDS: perché è importante parlarne

    L’1 dicembre è la giornata mondiale contro l’AIDS, una malattia che silenziosamente provoca ancora vittime e pregiudizi verso chi ne soffre.

  • 
    Loading...
  • revenge porn cos'èRevenge porn: cos’è e quali sono i dati del fenomeno

    Il revenge porn è divenuto reato dal 2019 ma continua a esistere e a mietere vittime: 1 persona su 10 nel mondo ne è stata colpita.

Contents.media