Torino, arbitro colpito alla testa da una pallonata: l’intervento del giovane calciatore-eroe

A Torino, un arbitro è stato colpito alla testa da una pallonata ed è caduto al suolo privo di sensi: a salvarlo, l’intervento di un giovane calciatore-eroe.

In provincia di Torino, la direttrice di gara che stava seguendo una partita di calcio è stata improvvisamente colta da un malore. La donna è stata soccorsa in modo tempestivo dal capitano della squadra Under 19 del Lesna Golg.

Torino, arbitro colpito alla testa da una pallonata: dinamica

Nella giornata di venerdì 29 ottobre, una violenta pallonata ha colpito l’arbitro che stava monitorando una partita di calcio Juniores Under 19, disputata tra le squadre del Lesna Gold e del Villarbasse.

Dopo essere stata raggiunta dalla pallonata, la direttrice di gara si è accasciata al suolo priva di sensi ed è stata prontamente soccorsa dal capitano del Lesna Gold, che le ha salvato la vita.

Torino, arbitro colpito alla testa da una pallonata: l’intervento del giovane calciatore-eroe

In merito alla vicenda, è stato riferito che la direttrice di gara, Angela Benfante, è stata colpita alla testa da una pallonata e si è schiantata contro il suolo, priva di sensi. A questo punto, tutti hanno ipotizzato che la vicenda potesse concludersi nel peggiore dei modi fino a quando non è intervenuto il capitano del Lesna Gold, Simone D’Avolino.

Il ragazzo, infatti, è riuscito a salvare l’arbitro praticando la manovra necessaria, imparata durante un corso di primo soccorso.

Torino, arbitro colpito alla testa da una pallonata: Simone D’Avolino

L’accaduto è stato commentato dallo stesso Simone D’Avolino che, dopo aver realizzato l’eroico salvataggio, ha dichiarato: “Ho visto la direttrice di gara vacillare e cadere a terra priva di sensi. Sapevo come comportarmi e cosa fareavendo frequentato un corso di primo soccorso. La cosa più importante è che lei stia bene”.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Pesaro, errore nel cartellone pubblicitario di IES: “Al diploma ti accompagnamo noi”

Novara, manifestazione No Green Pass shock: “Siamo come i prigionieri di Auschwitz”

Leggi anche
Contents.media