Natasha Richardson: la tragica morte della bella stella di Hollywood

Era graziosa, con quel viso particolare e quel sorriso perfetto: Natasha Richardson è andata incontro ad una morte precoce e inaspettata.

Era graziosa Natasha, con quel viso particolare e quel sorriso perfetto: figlia dell’attrice Vanessa Redgrave, cui somigliava moltissimo, Natasha era una delle attrici più, come dire, “particolari” di Hollywood: aveva una sua mimica, un suo personalissimo modo di interpretare i personaggi proposti, una maniera di enfatizzare il personaggio come pochi attori sanno davvero fare.

Natasha Richardson: chi è

Natasha era nata nel 1963 in Inghilterra, vicino Londra: la sua non fu di certo un’infanzia semplice: quasi adolescente, scoprì che il padre, il famoso regista Tony Richardson, non solo era bisessuale, ma aveva anche contratto l’AIDS, che, all’epoca, era pressochè incurabile. I genitori di Natasha, erano già separati da tempo quando il padre morì e Vanessa Redgrave crebbe le due figlie da sola. Il debutto cinematografico di Natasha avvenne nel 1986, ad appena 23 anni, quando fu scelta per recitare il ruolo di Mary Shelley nella pellicola “Gothic“.

Proprio grazie a questo film, Natasha venne notata da alcuni importanti “addetti ai lavori” e, da quel momento divenne ricercatissima da diversi registi. Recitò in film come Il Pesce color rosa, accanto alla “mosca” Jeff Goldblum e, nel 1990, Il racconto dell’ancella e Cortesie per gli ospiti: questi due film le fecero vincere il London Evening Standard Award, come miglior attrice. Nel 1994 prese parte al film Nell con protagonisti Jodie Foster e Liam Neeson che, proprio in quell’anno Natasha sposò e dal quale ebbe due figli. Natasha era tagliatissima per la commedia, proprio grazie al suo sorriso, fu scritturata dapprima per il film Genitori in trappola, con Dennis Quaid e la piccola Lindsay Lohan

Amici di…letti nel 2002, con il compianto Patrick Swayze; Un amore a 5 stelle, accanto a Jennifer Lopez. Nel 1998 ha vinto il Tony Award per la migliore attrice nel musical Cabaret per la regia di Sam Mendes.

Tra i suoi ultimi film, ricordiamo Un amore senza tempo e Wild Child, datato 2008, con protagonista Emma Roberts, nipote di Julia.

La morte inaspettata di Natasha

Nel marzo del 2009, durante una vacanza in Quebec, Natasha muore a soli 45 anni: la morte è avvenuta in seguito ad una rovinosa caduta dagli sci che le ha provocato una emorragia cerebrale. L’attrice, che al momento della caduta non indossava il casco, si rialzò in piedi, senza mostrare segni evidenti del trauma; durante la giornata, accusò fortissimi mal di testa per cui si decise per il ricovero in ospedale dal quale, però, non uscì viva. E’ stato il marito Liam Neeson a decidere per lo spegnimento delle macchine che la tenevano in vita.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Style24.it Unit

Lascia un commento

Leggi anche
Contentsads.com