Come fare lo smalto semipermanente a casa in modo semplice ed efficace

Chiusi i centri estetici? Niente paura: lo smalto semipermanente si può realizzare anche a casa con pochi e semplici passaggi.

Si sa, la nail art è una di quegli accessori in più che fa sentire noi donne ancora più curate e belle. Ma a causa dell’emergenza Coronavirus, non possiamo uscire e andare dall’estetista: quindi cosa fare? Possiamo tranquillamente realizzare a casa le nostre unghie perfette, utilizzando gli strumenti adeguati e seguendo pochi semplici passaggi.

Di seguito ecco come fare lo smalto semipermanente a casa.

Come fare lo smalto semipermanente a casa

Prima di vedere i diversi accorgimenti da seguire per realizzare lo smalto semipermanente in casa da sole, ricordatevi che è meglio utilizzare solo prodotti e strumenti specifici per questo tipo di operazione.

In commercio esistono infatti diversi kit adatti allo smalto semipermanente con specifici componenti; e nella maggior parte dei casi, in tutti i kit si trovano gli stessi. E sono: il buffer per sgrassare le unghie, un primer, un base coat, un top coat, uno smalto colorato, un remover per rimuovere lo smalto.

Un buon consiglio è quello di utilizzare esclusivamente i prodotti di questi kit, per evitare di eseguire un lavoro fatto male o di avere sorprese dopo.

Passando ora all’occorrente necessario, ci serve:

  • remover
  • lima buffer
  • primer
  • base coat
  • top coat
  • lampada UV
  • smalto colorato
  • sgrassatore
  • garza

Per prima cosa, pulite con cura le unghie dalle cuticole e poi passatevi sopra una lima buffer. Attenzione però a non limare troppo la superficie delle unghie, basterà semplicemente rimuovere lo strato di grasso che si trova su esse.

Applicate poi il primer, il cui tempo di asciugatura è molto veloce, di circa 30 secondi. Una volta asciugato il primer, applicate il base coat, che dovrà essere messo sotto la lampada UV per circa 20 secondi.

Dopo aver fatto asciugare anche il base coat, passate alla stesura del colore con lo smalto colorato: ricordatevi di utilizzare quelli specifici per lo smalto semipermanente e non quelli tradizionali. Steso il colore sulle unghie, fatelo polimerizzare e catalizzare sotto la lampada UV.

Poi è il turno del top coat, che ha gli stessi tempi di asciugatura del base coat e dello smalto. Se preferite, una volta conclusi tutti i passaggi, potete applicare qualche goccia di sgrassatore su una garza e passarla sulle unghie. In questo modo, le vostre unghie verranno pulite e lucidate ed eliminerete lo strato appiccicoso che si forma sotto la lampada.

Scritto da Marta Vitulano
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
  • pexels egor komarov 8809259Unghie e nail art: tutte le tendenze dell’inverno 2023

    Le unghie possono essere vere e proprie opere d’arte, vediamo insieme come e alcune delle tendenze nail art che ci accompagneranno durante l’inverno 2023.

  • Unghie novembre 2022Manicure: le tendenze di novembre 2022

    Il mese di novembre 2022 ritorna a unghie basic che non rinunciano allo stile: sì a rosso, bordeaux, nero, marrone, ma anche senape, arancio, blu e lilla!

  • Rosa coralloRosa corallo: la tendenza unghie ultra chic

    Il rosa corallo è uno dei colori più amati per le unghie, in tendenza sia nella bella stagione che con l’arrivo dell’autunno.

  • Unghie adesiveUnghie adesive: tutto sul nuovo trend

    Le unghie adesive sono un nuovo trend. Dopo molti anni stanno tornando di moda, ma in una versione del tutto nuova.

Contentsads.com