Notizie.it logo

Sara Affi Fella in lacrime: “Pretendete mi emarginino”

sara affi fella

Sara Affi Fella ha postato un lungo sfogo contro gli haters. L'ex tronista è finita in lacrime: cosa è successo?

Sara Affi Fella ha pubblicato sul suo profilo Instagram un lungo sfogo rivolto a quanti ancora la offendono. Stando alle sue parole, pare che qualcuno abbia contattato alcune aziende con cui lavora e le abbia costrette ad interrompere ogni collaborazione con lei. L’ex tronista di Uomini e Donne, a distanza di un anno dalla tresca studiata a tavolino con Nicola Panico, non riesce ancora a rifarsi una vita.

Sara Affi Fella in lacrime

Nonostante sia passato un anno dal caos combinato a Uomini e Donne, Sara Affi Fella continua ad essere ricordata e nominata solo per quello. L’ex tronista, attraverso il suo profilo Instagram, ha pubblicato l’ennesimo sfogo perché alcune aziende con cui collaborava si sono viste costrette ad interrompere la sponsorizzazione. Il motivo? Le continue lamentele che ricevono da parte di quanti non hanno ancora perdonato la Affi Fella. Sara ha esordito: “Un’altra persona che ha lavorato con me ha ricevuto messaggi come quello che vi ho appena postato.

Sono stati defollowati. Secondo alcuni, le persone non possono sbagliare e non possono cambiare. Devono essere emarginati. Sono stata la prima carnefice di me stessa. Ho sbagliato, ho ammesso le mie colpe e ho chiesto scusa. C’è qualcun altro che se ne è lavato le mani ed è passato come quello che non è, ma questo non mi interessa e non ne voglio parlare. Parlo di me e di quello che ho sbagliato io”. In molti credono che l’ex tronista si riferisca a Nilufar Addati, ma ovviamente questo è solo un pensiero, visto che il riferimento potrebbe essere anche per l’ex Nicola Panico.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da IoScioccata (@io_scioccata_) in data: 6 Nov 2019 alle ore 7:04 PST

Sara contro gli haters

Sara è in lacrime e, nel vederla così, fa anche tenerezza. L’ex tronista sottolinea più volte che ha già chiesto scusa e aggiunge che non merita tutto questo accanimento. La Affi Fella si scaglia poi contro gli haters: “Quello che ho creato mi ha portato tanto odio ed è stata colpa mia, ma ho chiesto scusa in tutte le lingue del mondo, ovunque.

Dopo un po’, basta. Invece voi continuate. Vi volete dare una regolata? Non sapete cosa potete fare, non vi rendete conto… È un anno che mi sento buttare mer** e da chiunque. Devo stare qua a sentire persone che mi dicono che c’è gente che gli scrive e che quindi non possono lavorare con me. Per cosa? Per uno sbaglio? D’accordo, ho sbagliato ma adesso basta. Non si tratta più di lavoro. Ho ammesso i miei errori ma sono veramente stanca. Che cosa ve ne viene in tasca a scrivere alle aziende? Andate a fan***o”. La Affi Fella è disperata, però dovrebbe capire che la vita lavorativa non gira soltanto intorno alle sponsorizzazioni e, magari, potrebbe scegliere anche un’altra occupazione. Gli haters dovrebbero smetterla di attaccare lei così come ogni altra persona sulla faccia della terra, ma c’è una cosa che Sara dovrebbe capire. Quelli che non la apprezzano, magari, non sono solo haters.

Faccio un esempio pratico: un qualsiasi brand di intimo sceglie Belen come testimonial, ma se si rende conto che la Rodriguez non piace, nella campagna successiva potrebbe puntare sulla Santarelli. Cioè, non si può piacere a tutti e l’azienda deve comunque fare il suo interesse.


© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche