Quanti fiori compongono una boccetta di Chanel n°5?

Descritto negli anni come una vera e propria opera d’arte olfattiva, Chanel n°5 è senza dubbio la fragranza più leggendaria mai realizzata.

Era il profumo amato da Marilyn Monroe, che si dice andasse a letto con solo due gocce di Chanel n°5. Ancora oggi è tra le fragranze più famose al mondo. Ma quali e quanti fiori compongono l’iconico bouquet di una boccetta di Chanel n°5, rendendolo “il profumo più sensuale al mondo”?

Quanti fiori si trovano in una boccetta di Chanel n°5?

Chanel, un nome che porta con sé un pezzo di storia del mondo della moda. Chanel n°5 è il profumo più famoso della casa di moda, considerato la fragranza femminile più celebre della storia. Si tratta del primo profumo realizzato dalla stilista francese Coco Chanel, intramontabile icona di stile, capace di imporre un nuovo modo di intendere la femminilità.

Descritto negli anni come una vera e propria opera d’arte olfattiva, Chanel n°5 è senza dubbio la fragranza più leggendaria mai realizzata.

Ma quanti fiori sono contenuti in un flacone del mitico profumo? Una boccetta di Chanel n°5 da 30 ml contiene 1000 fiori di Gelsomino di Grasse e 12 Rose di Maggio di Grasse.

La storia del famoso Chanel N°5

È il 1921 quando Coco Chanel commissiona al chimico Ernest Beaux la fragranza che sconvolgerà la prassi della profumeria internazionale. “Non voglio nessun olezzo di rose o mughetto, voglio un profumo elaborato”.

Queste le parole di Chanel, convinta della necessità di un’innovazione del concetto di femminilità, non solo in fatto di moda. Il suo obiettivo, perseguito tanto nella moda quanto nella creazione di questo profumo, è quello di rompere ogni schema e preconcetto, dando vita a una fragranza adatta a una donna nuova e moderna, lontana dallo stereotipo che voleva le donne profumare di rosa.

Quanti fiori si trovano in un flacone di Chanel

Non solo nel bouquet, ma anche nel nome e nella boccetta è racchiusa l’idea avanguardistica di Coco Chanel. Chanel considerava ridicoli i nomi altezzosi utilizzati per i profumi dell’epoca, e decide di optare ancora una volta per l’essenzialità, chiamando la sua fragranza con un numero.

Anche la boccetta disegnata dalla stilista è estremamente lineare e dalle linee pulite. Il tappo del flacone ricorda la forma di Place Vendôme a Parigi, omaggio di Coco Chanel alla città. Il risultato fu una bottiglia semplice, elegante e minimalista lontana dal gusto dell’epoca.

Il bouquet dell’iconico profumo

Chanel n°5 rappresentò una vera rivoluzione nell’ambito della profumeria. Per la prima volta, più fiori vennero utilizzati per comporne la sua struttura: l’aroma di Chanel n°5 è una composizione di ben 80 ingredienti. Chanel desiderava che il suo profumo “sapesse di donna” e per questo doveva avere più sfaccettature. Insomma, doveva somigliare a lei: coraggiosa, sensuale e originale.

Una boccetta di Chanel n°5 da 30 ml contiene 1000 fiori di Gelsomino di Grasse e 12 Rose di Maggio di Grasse, per un risultato completamente innovativo. Coco Chanel lo presentò accompagnandolo con una frase che divenne celebre: “una donna senza profumo è una donna senza futuro”.

Scritto da Alessia Vitale

Scrivi un commento

1000

Chi è Mary Kom: la pugile campionessa mondiale di boxe femminile

Black beauty: le donne di colore più belle di sempre

Leggi anche
  • profumi estate 2020Profumi per l’estate 2020: le novità e le fragranze da scoprire

    Amanti dei profumi? Ecco tutte le novità per l’estate 2020 che dovete assolutamente conoscere e provare!

  • Regalo Festa della Mamma profumiFesta della mamma: i migliori profumi da regalarle

    Nonostante la scelta della fragranza risponda a un gusto soggettivo, i profumi sono tra gli oggetti più regalati alle donne perché nessuno può farne a meno.

  • diffusore di aromiDiffusore di aromi naturali: quale scegliere

    Il diffusore di aromi permette di sprigionare l’essenza in ogni ambiente della casa.

  • I migliori profumi per donnaMigliori profumi donna: le fragranze più amate del 2020
Entire Digital Publishing - Learn to read again.