Quali sono i sintomi della pubalgia

La pubalgia è un disturbo frequente soprattutto tra gli sportivi e consiste in un forte dolore all’altezza del pube, che può estendersi addirittura sino all’addome e alle cosce. E’ tecnicamente parlando, un’infezione all’intersezione dei tendini dei muscoli adduttori e addominali all’osso pubico.

La pubalgia solitamente deriva da microtraumi che, sommati insieme, portano ad avere questa dolorosa infiammazione. I sintomi sono generalmente fitte che non permettono il movimento proprio per la sofferenza che provocherebbe qualsiasi tipo di attività fisica. Il rimedio alla pubalgia consiste solitamente nell’assunzione di un ciclo di farmaci antinfiammatori a seconda della gravità del disturbo; consigliato è lo stretching che permette di allenare i tendini per rimetterli completamente in funzione.

Gli impacchi col ghiaccio possono essere utili per cercare di alleviare il dolore, insieme a fasciature di contenzione. Rimanete a riposo e non fate sforzi fisici.

Scritto da Erika Masci
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Costo kit indoor piante autofiorenti

Ricetta decotto malva rimedi naturali colite

Leggi anche
  • mondo beauty tiktokCome cambia il mondo del beauty con Tik Tok

    Il mondo del Beauty su Tik Tok è cambiato, lo si evince riflettendo sui milioni di contenuti che vengono quotidianamente pubblicati sui prodotti beauty

  • israele cosa sta succedendoCosa sta succedendo in Israele?

    Nuova escalation di scontri tra Israele e Palestina che oppongono manifestanti palestinesi e forze dell’ordine israeliane dopo gli sfratti da Sheikh Jarrah.

  • Crossdressing uomini eteroCrossdressing, perché uomini etero si sentono bene con abiti femminili

    L’abbigliamento è sempre più gender fluid e uomini etero che preferiscono vestirsi da donna ne sono l’esempio, sono i crossdresser.

  • Gender fluid chi sonoGenerazione Z, gender fluid e sognatrice: chi sono gli adolescenti oggi

    Sono impauriti dal futuro ma non si tirano indietro e cercano di cambiare il mondo: chi sono i ragazzi della Generazione Z?

Contents.media