Pasta frolla: tutti gli ingredienti e strumenti necessari

La pasta frolla è molto versatile. Ci sono molti modi di realizzarla, si trovano tante ricette e strumenti per farla a regola d'arte. Come prepararla?

Che tipi di ingredienti e strumenti sono necessari per preparare la pasta frolla? Si tratta di una pasta molto utilizzata in cucina, principalmente per i dolci. E’ possibile realizzarla anche senza glutine. Infine, si deve tenere presente che in vendita esistono molti strumenti come teglie e aromi, per creare dolci in modalità personalizzata.

Vediamo insieme tutte le cose da sapere e gli strumenti necessari per preparare una perfetta pasta frolla.

Ingredienti per pasta frolla

Sfogliando diversi libri di ricette, è facile intuire come non esista una sola ricetta per la pasta frolla. Gli ingredienti sono pressoché gli stessi, ma le modalità e le dosi permettono di realizzare molti tipi di frolle differenti. In genere si considerano 300 grammi di farina, meglio se 00, per 150 grammi di burro.

Alcuni, inoltre, al posto del burro, sono soliti usare la margarina. Tutto dipende dal gusto personale ovviamente. Per queste dosi, si consiglia inoltre 150 grammi di zucchero, meglio se semolato, più due tuorli e un uovo intero. Si aggiunge, infine, la buccia grattugiata di un limone non trattato e un pizzico di sale. Alcuni aggiungono un po’ di lievito per dolci, altri invece no. Anche qui dipende dal gusto personale.

Altre ricette, poi, per 300 grammi di farina, considerano di usare 100 grammi di burro e 100 di zucchero, a seconda delle preferenze. La quantità di burro e zucchero, infatti, può variare da un minimo del 30%, fino ad un massimo del 70% sul peso della farina. Alcune persone aggiungono un cucchiaino di bicarbonato, per rendere la ricetta più friabile.

Qualità ingredienti

Preparare la frolla richiede l’uso di burro di ottima qualità, che deve rigorosamente essere freddo di frigorifero.

Va lavorato l’impasto non a lungo con le mani. Si deve usare la punta delle dita, proprio perché la pasta non deve essere riscaldata durante la lavorazione. Il burro, infatti, non deve essere sciolto, altrimenti la preparazione sarebbe appiccicosa e difficile da lavorare.

Spesso accade che la frolla si sbricioli troppo durante la preparazione. In questi casi si dice che “impazzisce”. Risolvere il problema, però, si può. Si deve aggiungere all’impasto qualche cucchiaio di acqua ben fredda, oppure mezzo albume. In questo modo tornerà di nuovo elastica come prima.

La ricetta originale non prevede l’uso del lievito nella frolla, ma nulla vieta di aggiungerlo. Senza lievito si otterrà una frolla croccante, ma morbida. L’uso dei lievito, invece, prevede una frolla morbida, dalla consistenza di una torta. Meglio, in ogni caso, non aggiungerne troppo: è sufficiente un cucchiaino raso di lievito per dolci. Attraverso questa ricetta è possibile, ad esempio, realizzare crostate, ma anche biscotti.

Ingredienti senza glutine

E’ possibile realizzare la pasta frolla anche senza glutine. Anche in questo caso, vi sono moltissime ricette che potrebbero fare al caso proprio. Quali sono? Una prima ricetta può riguardare l’uso di 250 g di farina per dolci senza glutine, 150 g di burro, 100 g di zucchero a velo, 2 grandi tuorli, una scorza di limone grattugiata e un pizzico di sale.Questo tipo di frolla è un po’ difficile da lavorare: nel caso in cui si trovi difficoltà, si può aggiungere una parte di albume, per fare in modo di legare al meglio l’impasto.

Un altro tipo di ricetta prevede l’uso di 450 g di farina senza glutine per dolci assieme a 140 g di zucchero, 110 g di burro e 2 uova. In questo caso si utilizzano anche gli albumi, che permettono di legare appunto al meglio l’impasto. Ulteriore ricetta è quella di usare 300 g di farina senza glutine per dolci, 2 tuorli più un uovo intero, 100 g di zucchero e 100 g di burro.

Teglie pasta frolla

Esistono molte teglie per pasta frolla che possono essere acquistate per realizzare, ad esempio, delle ottime crostate. Queste le troviamo nei supermercati, ma anche nei negozi più disparati, anche quelli di tecnologia ad esempio. In alternativa, su Internet esiste l’imbarazzo della scelta. Su Amazon, ad esempio, ce ne sono di moltissime. Ad un costo di circa 20 euro, ad esempio, si possono trovare prodotti molto validi. Alcune permettono di realizzare anche dei decori, attraverso pochi e semplici passaggi.

A circa 20 euro si trovano anche tortiere con fondo antiaderente, molto pratiche. Il fondo è anche removibile ed è rivestito in acciaio. Il colore è grigio antracite e il diametro è di 30 cm. Il rivestimento antiaderente è spesso formato da Xylan. Si tratta di un materiale anche molto facile da pulire. Acquistando questi prodotti su internet esiste la possibilità di risparmiare moltissimo.

Online, infatti, si trovano molti sconti e offerte vantaggiose, che nei negozi non troviamo. I prodotti sono tutti di ottima qualità e i pagamenti sono semplici e sicuri. Per chi non si fida, esiste la possibilità spesso di ricevere gli oggetti in contrassegno. Attraverso il sistema di pagamento alla consegna, è sicuro che non andremo a pagare degli oggetti che poi non arriveranno mai.

Il contrassegno richiede, però, sempre il pagamento di qualche euro in più. Vale la pena, però, pagare qualcosa in più per avere la sicurezza di ricezione dell’oggetto. In ogni caso, un pratico sistema di feedback mette l’acquirente al sicuro dal rischio frodi e dal fatto che il venditore non invii l’oggetto. Acquistando su internet, inoltre, dobbiamo conteggiare i costi di spedizione. In alcuni casi, però, le spese di spedizione sono gratuite, ovvero a carico del venditore. In questo modo si avrà la possibilità di pagare l’oggetto per ciò che vale.

Aromi per pasta frolla

Per ciò che riguarda gli aromi per preparare la pasta frolla, si deve considerare il fatto che già tale tipo di pasta ha un particolare gusto. L’uso di buccia di limone grattugiata conferisce leggerezza all’impasto e, inoltre, ne migliora senza dubbio il profumo, che di per sé è già ottimo. Alcuni preferiscono utilizzare aromi tipo la vaniglia, magari con l’uso delle pratiche stecche che si trovano già al supermercato, oppure i fiori d’arancio, in comode boccette da usare direttamente sulla pasta. Il profumo sarà senza dubbio delicato e particolare. Alcune ricette suggeriscono l’uso di un goccio di liquore tipo sambuca, sempre per andare a profumare di più l’impasto.

Si deve considerare che la pasta frolla, proprio per la sua ricchezza di elementi, è piuttosto calorica. Non è, quindi, un alimento che deve essere consumato in modo frequente e sistematico. E’ molto lipidica e apporta buone dosi di colesterolo e di acidi grassi saturi. Non è, infatti, un alimento di tipo ipocalorico mirato alla diminuzione di peso. In ogni caso, una tantum, non fa certo male.

Dal punto di vista vitaminico, non è molto ricca. Tra le vitamine, infatti, si trovano soltanto tracce di A e alcuni tipi di provitamine. E’ vero, in ogni caso, che esistono molte ricette che sono più leggere rispetto a quella classica.

Pasta frolla proteica senza burro

La pasta frolla proteica senza burro, ad esempio, può essere una valida alternativa per chi è a dieta. In cosa differisce rispetto alla versione classica. Innanzitutto, non ha il burro.

La mancanza di tale grasso, però, non è tutto. Vi sono, inoltre, ingredienti come farina bianca, alcune proteine concentrate della soia, uova, formaggio spalmabile tipo light, oltre a un pizzico di sale e poco lievito per dolci. E’ assente anche lo zucchero in questo tipo di preparazione, sostituito dal fruttosio, molto più leggero ed adatto a tutti.

E’ un tipo di frolla che serve per realizzare torte o biscotti ricchi di proteine, ma poveri di grassi. Dobbiamo considerare che la consistenza non è proprio quella di una frolla vera e propria. L’assenza del burro, infatti, la rende meno friabile e molto più compatta, anche perché vi vengono aggiunte delle proteine.

E’ un alimento, però, adatto per lo sportivo a livello agonistico e anche per coloro che soffrono di problemi tipo ipercolesterolemia, ma anche problemi cardiovascolari. Queste persone, in tale modo, possono evitare di rinunciare ad una buona fetta di dolce. I lipidi ci sono, ma sono senza dubbio in quantità minore rispetto ad una frolla di tipo tradizionale. Provengono prevalentemente dalle uova, in questo caso.

Pasta frolla tradizionale

La pasta frolla tradizionale contiene, per 100 grammi di prodotto, ben 6,8 grammi di lipidi e 25 grammi di proteine. Si raggiungono ben 502 calorie nella versione tradizionale. Se si realizza una pasta frolla più leggera, si può arrivare a circa 380 calorie. La versione proteica, invece, può raggiungere le 270. Per realizzare una versione più leggera, c’è chi al posto del burro, o margarina o strutto, utilizza l’olio extravergine d’oliva o l’olio di semi.

In questo caso le calorie diminuiscono, ma si ha un prodotto differente. Spesso, la frolla non viene usata da sola: assieme a essa, ad esempio nella realizzazione di una crostata, vi verranno aggiunti ingredienti come marmellata, crema pasticciera, crema di ricotta, al cioccolato, crema di nocciole e molto altro ancora. E’ ovvio che il conto delle calorie, in questo caso, andrà a salire rapidamente.

La pasta frolla esiste, inoltre, in versione salata. E’ sufficiente realizzare la ricetta senza aggiungere lo zucchero e, ovviamente, aumentare le dosi del sale. Vi si possono realizzare ricette come crostate salate, tartellette e molto altro ancora. Facendo lavorare la fantasia si possono creare molti tipi di ricette a base di pasta frolla, che sia dolce o che sia salata.

Scritto da Erika Vettori

Scrivi un commento

1000

Contapassi: dove acquistare in sicurezza

Come recuperare una storia d’amore anche se è finita

Leggi anche
  • griglia elettricaGriglia elettrica senza fumo: recensione sul miglior modello

    La griglia elettrica senza fumo è l’ideale per cucinare e mangiare in modo sano.

  • pentola a pressionePentola a pressione elettrica: ricette e modelli

    La pentola a pressione permette di preparare piatti in pochissimo tempo senza rinunciare al sapore.

  • come utilizzare l'acqua di cottura della pastaCome utilizzare l’acqua di cottura della pasta: i consigli utili

    Hai l’abitudine di buttare via l’acqua di cottura della pasta? Forse non sai che ci sono alcuni modi creativi e utili per riutilizzarla.

  • amarantoAmaranto: i benefici sul corpo e sulla salute

    L’amaranto ha notevoli proprietà il che lo rendono un ingrediente ottimo anche per la dieta.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.