Paolo Antonacci, chi è il figlio di Biagio e nipote di Gianni Morandi

Paolo Antonacci, figlio e nipote d'arte, è tra gli autori di 'Mi farò trovare pronto', il brano Nek portò a Sanremo 2019.

Figlio e nipote d’arte, Paolo Antonacci è anche un grande autore, che vanta la scrittura del brano Mi farò trovare pronto con cui Nek ha gareggiato a Sanremo 2019. Ma chi è il figlio di Biagio Antonacci?

Chi è Paolo Antonacci

Mi farò trovare pronto, il brano che il cantante Nek presenta a Sanremo 2019, ha tre autori.

Uno è l’artista stesso, al secolo Filippo Neviani. L’altro è Luca Chiaravalli, arrangiatore che annovera tra le sue collaborazioni Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Giorgia, solo per citare alcuni nomi di cantanti famosissimi che si sono affidati a lui. Chiaravalli ha già portato Nek vicino alla vittoria a Sanremo permettendogli di classificarsi secondo con ‘Fatti avanti amore‘ nel 2015. Il terzo nome è quello di un figlio e nipote d’arte, Paolo Antonacci.

Paolo Antonacci è il figlio primogenito di una coppia famosa, quella formata da Biagio Antonacci, uno dei cantanti italiani di maggior successo da decenni, e Marianna Morandi, la figlia di Gianni Morandi. Paolo quindi non solo ha un papà molto famoso e già dentro il mondo della musica, ma ha anche un nonno forse ancora più conosciuto e amato. Una bella presentazione a cui si può aggiungere che il ragazzo, classe 1995, è laureato in Scienze della Comunicazione allo Iulm di Milano.

Paolo Antonacci ha già firmato brani per artisti italiani di spicco: ‘Dov’è che si va‘ di Annalisa, ‘La stessa‘ di Alessandra Amoroso, ma anche ‘Sceglimi‘ del fenomeno Irama e la bellissima ‘Due volontà‘ di Eros Ramazzotti. Nessuna sorpresa quindi che Paolo sia sotto contratto con l’editrice Eclectic/Curci specializzata in edizioni musicali. Quando si dice ‘buon sangue non mente’!

Nek a Sanremo

Paolo Antonacci ha raccontato come è nata la collaborazione con Luca Chiaravalli e Nek per la stesura del brano ‘Mi farò trovare pronto‘ che quest’ultimo presenterà a Sanremo.

A fare da elemento d’unione è stato Chiaravalli, conoscenza comune di Paolo e Nek. Inizialmente il brano non è nato per Sanremo. Era semplicemente uno dei tanti da inserire nel prossimo disco di Nek. Poi la svolta: sarebbe stato il pezzo da portare sul palco dell’Ariston. Una bellissima opportunità per Antonacci, che non ha ancora avuto la possibilità di vedere uno dei sui pezzi salire su quel palco prestigioso.

In quanto all’interprete di ‘Mi farò trovare pronto’, Nek è effettivamente pronto per calcare ancora una volta le scene della kermesse canora più amata d’Italia. E anche la più chiacchierata. Lui non ha mai lasciato il teatro in veste di vincitore. Non è detto che questa non sia la volta buona.

Scritto da Laura Anna Gritti
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Boss Doms: chi è il chitarrista di Achille Lauro

Sanremo 2020, Piero Pelù: “Plagio, uguale ad un pezzo dei The Rasmus”

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.