Chi è Javier Zanetti: quello che non sai sul dirigente sportivo

Chi è Javier Zanetti: tutto sull'ex calciatore e dirigente sportivo.

Ricordato con affetto e ammirazione non solo dai tifosi interisti, l’argentino ex calciatore Javier Zanetti ha militato per quasi vent’anni nella squadra nerazzurra.

Javier Zanetti

L’ex calciatore Javier Zanetti è nato a Buenos Aires, in Argentina, il 10 agosto 1973 ma di lontane origini italiane da parte del bisnonno.

Inizia a giocare a calcio nel suo quartiere già da piccolino e nel 1982 inizia a giocare nella squadra della Independiente. Fa anche un anno di pausa dal calcio per aiutare il padre, che faceva il muratore, sui cantieri. Zanetti passa poi all’ex squadra del fratello Sergio, anche lui calciatore, il Talleres mentre a vent’anni, nel 1993, passa al Banfield e qui si distingue per le sue doti tecniche.

Il 1995 è l’anno in cui approda in Italia, all’Inter. Nella squadra meneghina resterà fino al 2014, per ben diciannove anni e in questo periodo riesce a collezionare numerosi successi. A proposito Javier Zanetti ha dichiarato in un’intervista:

Il mio momento più doloroso è sicuramente la semifinale con il Milan in Champions, ma questi momenti servono solo a fare crescere un gruppo, che supera le difficoltà insieme. Il momento più bello è la vittoria della Champions a Madrid, quindi il triplete, l’unica squadra italiana ancora adesso a esserci riuscita. Credo che entrare a far parte del calcio mondiale in questa maniera è molto emozionante. Ho ancora un forte legame con tutti i compagni di squadra.

In seguito al suo ritiro, molto affezionato alla squadra con cui ha passato calcisticamente quasi tutta la sua vita, ha deciso di restare all’Inter per rivestire il ruolo di dirigente sportivo, in particolare di vicepresidente del club.

Vita privata e curiosità

Nel 1991, quando aveva ancora 18 anni, ha conosciuto Paula de La Fuente che è diventata poi sua moglie otto anni dopo. Insieme hanno avuto tre figli: la primogenita si chiama Sol ed è nata nel 2005; il secondo è Ignacio, nato nel 2008 e infine nel 2012 la famiglia Zanetti si è arricchita con la nascita di Tomas.

A proposito della sua famiglia, l’ex capitano dell’Inter ha affermato in un’intervista:

La cosa più importante è che siamo una famiglia, tutto qui: in una società come la nostra, dove i valori si possono perdere facilmente per le leggerezze che girano, noi ci teniamo stretti per mano, e ci facciamo forza a vicenda. La famiglia, è il nucleo da cui parte tutto; dalla famiglia esce un ragazzo che poi incontra gli amici, e fa la sua vita fuori dalla porta di casa, ma da lì deve nascere il sentimento forte e i valori buoni. Ieri, per dire, mi sono emozionato solo perché siamo andati a fare la spesa, io e Paula: allora, per ricambiare quello che provavo, ho comprato una bambola per la bambina e un pallone nuovo per Ignacio. Ecco, ora in casa di palloni ce ne saranno un centinaio: tutti camminiamo calciandone sempre uno.

Scritto da Megghi Pucciarelli
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Chi è Toni Servillo: curiosità e vita privata dell’attore italiano

Elettrostimolatore: quali sono i benefici e le controindicazioni?

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.