Chi era Henry James: storia dello scrittore statunitense

Henry James e la produzione letteraria.

Henry James è stato uno scrittore noto del XIX secolo, importante per alcune innovazioni letterarie tra cui il grande livello introspettivo dedicato ai protagonisti dei suoi racconti. Scopriamo il suo percorso nella scrittura e le tappe più rilevanti della sua vita. 

Chi era Henry James

Henry James, nato a New York il 15 aprile 1843, è stato uno scrittore statunitense. Cresce in una famiglia borghese ed intellettuale guidata dal padre Henry James Sr., un filosofo e teologo che sprona il figlio fin da giovane a conoscere il mondo. Gli permette infatti di viaggiare molto per l’Europa e l’America e avere con sè i migliori istitutori. 

Il giovane frequenta per un periodo la Harvard Law School, per poi comprendere di essere molto più predisposto allo studio della della letteratura e le attività di scrittura.

Si appassiona ai classici europei e decide quindi di inserirsi in questo ambiente pubblicando nel 1864 il suo primo racconto: “A Tragedy of Error”.

I viaggi di Henry James

Da questo momento dedica tutte le sue attenzioni alla scrittura creando opere originali e collaborando con giornali noti tra cui “The Atlantic”, “The Nation” o “Harper’s”. Ad ispirarlo alcuni nomi della letteratura come Honoré de Balzac, Ivan Turgenev e Nathaniel Hawthorne.

In questi anni frequenta molto i salotti europei, alternando momenti a Parigi con momenti a Londra, per fare ritorno negli Stati Uniti solo con l’inizio del nuovo secolo.

Con lo scoppio della prima guerra mondiale Henry James è costretto a interrompere i suoi viaggi e così si stabilisce nel Regno Unito con la volontà di diventare a tutti gli effetti cittadino britannico. Proprio qui decede il 28 febbraio del 1915 in seguito ad un attacco di cuore.

Lo stile di Henry James

I temi trattati da James nella sua immensa produzione letteraria sono molti. Spesso l’autore, in vitù del suo amore per Stati Uniti e Regno Unito, propone un racconto del vecchio continente, raffinato, ricco a livello artistico, contrapposto all’America, intrappolata in convenzioni sociali. Questi pensieri prendono forma attraverso un grande lavoro introspettivo dei personaggi, raccontati sempre ad un livello intimo e personale. 

A livello stilistico i romanzi di Henry James si ricordano per lunghi periodi, caratterizzati dalla presenza di numerose frasi subordinate. Sicuramente è attraverso la maturazione che la scrittura dell’autore si fa sempre più raffinata, a tratti barocca. Secondo molti le sue opere sono paragonabili a quelle di grandi autori teatrali come Molière o il noto William Shakespeare.

Scritto da Alessandra Coman
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com