Funerali Regina Elisabetta: chi non è stato invitato

Continuano le giornate di lutto per la scomparsa della Regina Elisabetta II: tantissimi i presenti e tante le personalità escluse dall'evento.

I gioni di lutto per la morte della Regina Elisabetta II di Inghilterra stanno facendo il loro corso. Tutto, come previsto dai vari piani storici della corona inglese, è rispettato nei minimi dettagli.

Quattro giorni di camera ardente precederanno i funerali ufficiali: tra le persone presenti anche Meghan Markle, ma chi sono coloro che non sono stati effettivamente invitati all’estremo saluto della sovrana?

I funerali della Regina Elisabetta II: chi non è stato invitato?

La veglia alla salma della sovrana più longeva della storia è ufficialmente iniziata. Saranno quattro i giorni in cui il feretro sarà lasciato, su una piattaforma rialzata, a Westminster Hall, dopo una lunga processione iniziata da Buckingham Palace.

Londra è gremita di persone in questi giorni: abitanti di Londra e del Regno Unito, turisti da tutto il mondo, alte personalità del mondo politico, capi di Stato e sovrani internazionali.

Alla cerimonia è arrivata anche Meghan Markle, una presenza inaspettata dati i rapporti incrinati con la famiglia reale e il suo abbandono, insieme al Principe Harry, della corte per ricominciare a vivere negli Stati Uniti.

Con altissime probabilità, inoltre, arriveranno anche i figli della coppia, che però non parteciperanno alla cerimonia funebre.

Se la presenza della “duchessa ribelle” – inaspettata e non prevista – ha comunque avuto un riscontro, pare, positivo da parte del resto della famiglia, ci sono figure che effettivamente non hanno ricevuto l’invito di partecipazione ai funerali della Regina.

Come abbiamo anticipato, si attendono per le esequie della sovrana personalità importanti da tutto il mondo.

Tra coloro che non hanno ricevuto l’invito rientra Vladimir Putin, al quale è stato fatto sapere che la sua presenza a Londra non sarebbe stata assolutamente gradita.

Stesso discorso per i capi di Stato di Afghanistan (escluso dopo il ritorno al potere dei talebani), Venezuela (il cui presidente Nicolas Maduro è accusato di gravi violenze, omicidi e arresti) e Siria, tutti paesi che sono stati ufficialmente inseriti nella lista nera di coloro che non prenderanno parte ai funerali di Elisabetta II di Inghilterra. Infine, ad aggiungersi in coda ai nomi sopra citati, anche i rappresentanti di Bielorussia e Myanmar (escluso dall’evento a causa delle ripetute violenze nei confronti dei civili). Nella lista nera non compare la Corea del Nord: a ricevere l’invito ufficiale sono stati però solamente gli ambasciatori.

Secondo quanto avrebbe riferito la BBC, sarebbero stati esclusi tutti quei paesi che sono stati sottoposti a sanzioni dall’Occidente e l’indicazione, con ogni probabilità, sarebbe stata fornita dalla nuova premier inglese Liz Truss.

Ha fatto invece molto discutere l’esclusione dalla black list di Iran e Nicaragua e l’invito rivolto ai diplomatici iraniani. La storia infatti ci racconta di come i rapporti tra Gran Bretagna e Iran non siano poi così distesi, tant’è che la televisione di Stato di quest’ultimo avrebbe paragonato la Regina Elisabetta II ad Adolf Hitler poco dopo la sua scomparsa.

Tutto l’iter funebre segue regole ben precise e tutto, come da previsione, sta svolgendosi nel modo corretto. L’ultima tappa e l’ultimo saluto ufficiale alla Regina Elisabetta II avverrà lunedì 19 settembre 2022.

Scritto da Marta Mancosu
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media