Evitare lo shopping compulsivo

,

Il battito cardiaco accelera davanti a un paio di scarpe

La scarpiera straripa da tutti lati..

Il guardaroba è pieno di vestiti che non hai mai messo…

I conti della tua carta di credito sono spesso in rosso e hai una sensazione di eterna insoddisfazione…

E’ il mometo di smetterla con gli acquisti sconsiderati!

Impara a controllarti prima che il comprare diventi un disturbo compulsivo.

> Shopping compulsivo, che cosa è esattamente?

Tutti hanno un capo preferito, a cui non riescono a resistere e che li obbliga ad usare spesso la carta di credito.

Ma alcune persone non riescono a fare distinzioni, e non appena vedono qualcosa che li attrae, sono costretti a comprare.

Purtroppo, in questi casi, viene superato il confine che separa un sano piacere per lo shopping e il comprare in maniera compulsiva.

Advertisements

• Gli psicologi hanno descritto questo disturbo come una vera e propria patologia.

Una “dipendenza senza fine” o addirittura un “drug addiction” o “drug-free”.

Come mostrato in uno studio della dottoressa Isabelle Chéreau, questa patologia si traduce in un’ossessione per l’acquisto.

Un bisogno di accumulare oggetti, spesso inutili, che in molti casi superano la capacità economiche del compratore.

> Perché accade?

Le persone che soffrono di questa dipendenza spesso cercano nei loro acquisti una consolazione ai propri dolori, dando valori curativi e simbolici agli oggetti (il rossetto rosso per essere sexy, vestiti che rendono giovani, ecc…).

Ma dopo un primo momento di esaltazione legato all’acquisto, subentra la delusione della spesa.

La ricerca sfrenata di un oggetto in grado di migliorare le cose, continua ogni volta più incessante creando un vero e proprio circolo vizioso.

A volte questa dipendenza può essere un sintomo di una depressione latente.

Le conseguenze.

Le conseguenze possono essere molto gravi.

Dall’avere problemi di ordine pecuniario (indebitamento eccessivo, bancarotta, prestiti…) al provare una grande sofferenza psicologica (isolamento, senso di colpa, depressione).

I fattori aggravanti

Un’ulteriore variabile è il sovra-consumo.

Le star sfaggiano spesso accessori che vengono sostituiti in breve tempo da oggetti più nuovi e più costosi.

Un giorno la moda è impostata sui jeans a vita bassa e il giorno successivo sui jeans a vita alta.

Bisogna essere sempre al passo comn i tempi.

A caccia dell’ultimo accessorio prodotto dalle case di moda più famose, o della prenotazione nel ristorante più in voga del momento.

Così siamo sempre portati a comprare per seguire i trend del momento.

Lo shopping online.

I siti che vendono oggetti online, negli ultimi anni, si sono diffusi moltissimo.

Oggi è possibile anche fare la spesa online. Con un solo click, davanti allo schermo e senza dover prendere il portafoglio, si può svaligiare un negozio on-line.

Un esempio: secondo uno studio diretto condotto da Harris Interactive, nell’ottobre del 2007, il 55% delle donne tra i quaranta e cinquant’anni era più soggetta allo shopping compulsivo su internet. E questo, contro il 38% degli uomini!

(Fonte: www.buzzinessman.com)

• Addio ai contanti! Nella maggioranza dei casi i pagamenti online, gli assegni e le carte di credito hanno sostituito le monete e le banconote. Di conseguenza, è più difficile prendere coscienza degli importi che abbiamo effettivamente speso.

> Come riprendere il controllo?

Lasciare la carta di credito a casa, prima di andare a fare shopping.

Uscire solo con il denaro in contanti nel portafoglio.

Quindi valutare meglio le spese da fare.

Imposta un budget massimo: concordare con la vostra Banca un tetto di spese massime mensili.

Controllare regolarmente il proprio conto su internet e imparare a gestire meglio il vostro denaro.

Valutare l’importo da spendere per lo shopping, senza mai superarlo.

Ponetevi queste domande prima di comprare!

Ho davvero bisogno di questo nuovo rossetto?

Indosserò davvero questi pantaloni a zampa verde mela?

Non ho altre spese più importanti da dover fare? Affitto, fattura del telefono, una stufa nuova… ti sentirai davvero meglio dopo quell’acquisto?

Fare una lista delle spese: segnare scrupolosamente le vostre spese giornaliere.

Se vedrete di aver acquistato cose inutili solo per impulso, cercate di capire perchè l’avete fatto. E la voltasuccessiva, rifletterete meglio prima di comprare qualcosa.

Gioca al convertitore: Dai un valore al tuo guardaroba.

Un esempio? Con venticinque paia di infradito potreste permettervi un trattamento in una Spa; e per il prezzo delle tue otto creme anti-rughe, potreste permetervi diversi trattamenti in un centro benessere. Bisogna pensarci…

Mettetevi alla prova: uscite da casa senza mezzi per pagare e fate un giro per negozi, semplicemente per allenare un po’ la vista. Se vedete qualcosa che vi piace, attendete alcuni giorni per capire se è davvero qualcosa che ci serve o se il desiderio di averlo va scemando.

Controllare sempre se un articolo acquistato possa essere restituito, prima di comprarlo. Così facendo, se alla fine non vi piacerà, saprete di poterlo restituire senza mandare il conto in rosso.

Chiedete aiuto: quando si è compratori compulsivi, è consigliabile andare da un professionista.

È possibile avviare un percorso di psicoterapia per capire le ragioni della dipendenza, o una terapia di comportamento.

Partecipare ai gruppi di sostegno

Tenete a mennte che:

• 4% della popolazione spagnola è formato da compratori compulsivi.

• Il 90% sono donne.

• Il 54% sono sposate e l’età media dei compratori compulsivi è di 36 anni.

• I 4 principali articoli dello shopping compulsivo riguardano i vestiti, le scarpe, i gioielli e i prodotti di bellezza.

• Tutti gli anni, in Europa, c’è un giorno dedicato al “non-acquisto”: l’ultimo sabato del mese di novembre.

Per approfondire

Si sa che le donne sono più precise degli uomini nel risparmiare denaro e prendere in considerazione i rischi e questo libro lo dimostra. Donne di denari: Le strategie vincenti per gestire i tuoi soldi definisce uno schema per gestire il proprio portafoglio senza rinunciare a piccoli piaceri, grazie ai consigli,interviste e link utili per controllare le proprie finanze.

Suddiviso in capitoli per argomento, Salute finanziaria è un volume pratico che fornisce suggerimenti su come ripagare i debiti e gestire la propria situazione finanziaria. Completo di molti consigli per controllare le entrate e le spese, il libro spinge alla riflessione sul proprio tenore di vitae sul conseguente adattamento per gestire il budget con successo.

Con uno stile semplice e diretto, il libro Il giardino dei soldi illustra tutto ciò che una persona deve sapere per gestire il portafoglio e organizzare le proprie spese. Data la rilevanza del denaro, è importante saper controllare il budget e avere una situazione finanziaria stabile e il seguente libro è uno dei migliori strumenti per prendere coscienza del proprio tenore di vita e adeguarsi di conseguenza.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Questa estate sarà più bohemien con Primark

Un rubinetto rotto? Con Yougenio si ripara subito!

Leggi anche
  • Chi è LinusChi è Linus: curiosità e vita privata del conduttore radiofonico

    Chi è Linus, tutto sul presentatore radiofonico. Dai primi passi a Radio Deejay alla carica di direttore artistico per la stessa emittente.

  • Chi è Amanda BeardChi è Amanda Beard: curiosità e vita privata della nuotatrice

    Chi è Amanda Baerd eccellenza americana nel mondo del nuoto. Dalla prima olimpiadi nel 1996 alla sua vita come modella negli anni 2000.

  • chi è daniela colluChi è Daniela Collu: carriera e curiosità della conduttrice radiofonica

    Conosciuta con il nickname di Stazitta, Daniela Collu divide la sua carriera tra radio e la tv. Ma trova spazio anche per la scrittura.

  • 
    Loading...
  • ornella vanoni storiaLa storia di Ornella Vanoni: la carriera e gli amori della cantante

    Una delle maggiori interpreti della musica leggera italiana: tutto su Ornella Vanoni.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.