Curiosità sullo sperma: le cose che devi assolutamente sapere

Quali sono le curiosità che devi assolutamente sapere sullo sperma? Alcune vi lasceranno senza parole.

Lo sperma è il liquido seminale maschile, quello che consente alle donne di procreare. Di colore biancastro e di consistenza variabile, talvolta gelatinosa, sono molte le curiosità e i falsi miti che circolano sul fluido biologico dei maschietti. Quali sono le domande più frequenti?

Curiosità sullo sperma

Lo sperma è un fluido biologico composto da: spermatozoi, liquido delle vescicole seminali e liquido pre-seminale.

Espulso dal corpo in caso di eiaculazione, può venire ‘alla luce’ anche nel corso di polluzioni notturne. Quando si parla di liquido seminale sono tante le curiosità che sorgono in merito. La prima, senza dubbio, riguarda il suo potere calorico, ma anche altri quesiti meritano attenzione. Quanto tempo rimane nel corpo? Quanto impiega per formarsi? L’alimentazione influisce sulla qualità/sapore dello sperma?

Fa ingrassare?

Sfatiamo subito questo falso mito: lo sperma non fa ingrassare.

E’ ricco di sostanze nutritive: vitamina C, proteine, vitamina B12, enzimi e lipidi. Stando alla tabella dei valori nutrizionali, 240 ml di seme contengono 60 calorie, 37% di colesterolo, 30% di sodio e 24% di proteine. Non solo, contiene anche stimolanti dell’umore come serotonina, estrone, ossitocina, melatonina e cortisolo. Pertanto, lo sperma non solo non fa ingrassare, ma contribuisce ad un benessere psicofisico non indifferente. Attenzione, però, questo non significa che dovete farne una scorpacciata.

Quando non siete sicure del partner che avete davanti, utilizzate e pretendete sempre il preservativo. Il liquido seminale, infatti, può trasmettere malattie infettive.

Quanto tempo resta nel corpo?

Un’altra curiosità riguarda il tempo di permanenza dello sperma nel corpo della donna. Solitamente, la sua permanenza dura circa 48 ore dopo il rapporto sessuale. Harry Fish, urologo e consulente certificato, MD e professore clinico di medicina riproduttiva presso il Weill Medical College della Cornell University, ha dichiarato che il periodo potrebbe, però, essere più lungo.

A seconda del muco cervicale, infatti, “può anche rimanere lì per 5-7 giorni.

La masturbazione influisce sulla qualità?

La quantità di sperma emessa per eiaculazione varia da 2 a 6 ml, ma diminuisce in caso di eiaculazioni ravvicinate. Di conseguenza, il liquido seminale è un po’ meno concentrato quando si eiacula spesso. La differenza di efficienza, però, è insignificante, tranne in casi particolari. E’ bene sottolineare, quindi, che rapporti sessuali frequenti aumentano le possibilità di fecondazione durante il periodo fertile.

Sperma troppo liquido e sterilità

A rendere ‘prezioso’ lo sperma non è né la consistenza e né tantomeno il colore. Ciò che rende produttivo il seme è il numero di spermatozoi normali che contiene e la loro vivacità. In caso di dubbi, la situazione può essere controllata con due esami specifici: lo spermogramma e lo spermocitocitoma.

Allergia allo sperma: verità o leggenda?

Un’altra domanda frequente riguarda l’esistenza o meno dell’allergia allo sperma. Spesso utilizzata dalle donne come scusa, si tratta in realtà di una situazione ‘clinica’ non ancora chiara. Quando si parla di allergie, infatti, non si può escludere nulla. È stato condotto uno studio interessante su un’allergia sessualmente trasmissibile alle noci del Brasile. In questo caso, una donna ha avuto una reazione allergica allo sperma del suo partner dopo che questo aveva mangiato noci del Brasile. I medici, però, sottolineano che queste ‘reazioni’ sono molto rare. In sostanza, se noti la comparsa di piccoli brufoli urticanti o di gonfiore alla gola, prova ad utilizzare un preservativo. Se con l’anticoncezionale non si verificano gli stessi problemi, probabilmente potresti essere allergica allo sperma. In ogni caso, consulta il tuo medico.

Il gusto dipende dal cibo?

Il gusto dello sperma dipende dall’alimentazione? Questa domanda vede risposte contrastanti. Il fluido biologico maschile contiene fruttosio, che gli conferisce un sapore leggermente dolce. Non c’è mai stato uno studio che determini con certezza un legame tra cibi e sapore dello sperma, ma sono molti quelli che vedono le due cose collegate.

Creazione di sperma: le tempistiche

Il corpo impiega circa due mesi e mezzo per preparare tutto lo sperma espulso durante un’eiaculazione media. Questo si crea prima nei testicoli, poi viaggia verso l’epididimo. Attraverso il vaso deferente, salta attraverso le vescicole seminali e si mescola con un fluido per formare lo sperma. Alla fine, la prostata aggiunge un po’ di liquido prima dell’eiaculazione.

Lo sperma induce il travaglio?

Ebbene sì: lo sperma induce il travaglio. I rapporti sessuali, cosa ormai risaputa, sono consigliati per agevolare il parto quando si è giunte al termine della gravidanza. Questo è possibile proprio grazie allo sperma, che, tra le tante cose, contiene anche prostaglandine. Questo ormone è usato in ostetricia per favorire le contrazioni e il rilassamento della cervice, tanto che il gel usato per l’induzione al parto contiene proprio prostaglandine. Inoltre, recenti studi hanno dimostrato che lo sperma aiuta anche a prevenire forme di ipertensione e pre-eclampsia in gravidanza.

Lo sperma è un antidepressivo?

Sembra assurdo, ma lo sperma è considerato un antidepressivo naturale. Le sostanze contenute al suo interno, assorbite tramite il contatto con la vagina, facilitano il relax e la produzione di endorfine, gli ormoni del benessere. Per esempio, nello sperma ci sono buone quantità di fruttosio e magnesio. Quest’ultimo, nello specifico, è il minerale che induce al rilassamento e alla felicità emotiva. In conclusione, il sesso è un vero e proprio toccasana perché tonifica e rivitalizza corpo e mente.

Scritto da Fabrizia Volponi
Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Caviglie gonfie: cause e rimedi

Come scegliere la forma delle unghie in base alla propria mano

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.